mercoledì 29 aprile 2015

Stecca o Minibaguette per Starbooks Redone


 Questo pane è stata una piacevolissima sorpresa e non solo per il meraviglioso sapore e croccantezza, ma anche per la preparazione. E' da un pò di tempo a questa parte, che preparo il pane con un prefermento o una biga e devo dire che queste due preparazioni prima di impastare il pane, fanno la differenza! E così è successo per queste stecche o mini baguette.
Il prefermento è facilissimo da fare e si prepara in 5 minuti, poi voi andate a dormire e voilà, il mattino dopo è pronto per impastare!




Stecca  o Minibaguette
Tratta dal libro di Jim Lahey, My Bread
400 g di farina 0
3 g di sale fine
3 g di zucchero semolato
1 g di lievito secco attivo
350 g di acqua fredda
farina per spolverare (io sempre 0)
60 g di olio extravergine d'oliva
3 g di sale grosso
Semi di sesamo

Mescolate la farina, il sale, lo zucchero e il lievito in una ciotola di dimensioni medie (io ho usato la caraffa graduata). 
Aggiungete l'acqua e mescolate con la mano o con un cucchiaio di legno per 30 secondi circa fino ad ottenere un impasto umido e appiccicoso. 
Coprite la ciotola (con pellicola per alimenti o come faccio io, la cuffia per la doccia) e lasciate riposare a temperatura ambiente per 12-18 ore (per me 12) ore finché la superficie è punteggiata di bollicine e l'impasto è più che raddoppiato di volume.

Quando la prima lievitazione è completa, cospargete il piano di lavoro con abbondante farina (io ne avrò aggiunto 200g visto che era veramente morbido). Rovesciate l'impasto sul piano, aiutandovi con un raschiapasta o una spatola. Ripiegate l'impasto su se stesso due o tre volte e modellatelo delicatamente fino ad ottenere una palla schiacciata. Spennellate la superficie con un po' d'olio d'oliva e cospargeteci ¼ di cucchiaino di sale grosso (1 g), che si scioglierà poco a poco sulla superficie.

Mettete un canovaccio sul piano di lavoro e spolveratelo con abbondante crusca, farina di mais o farina di tipo 0 (io semola di grano duro). Trasferite l'impasto sul canovaccio in modo che la parte piegata sia sotto. Se è appiccicoso, spargeteci sopra un po' di crusca, farina di mais o farina di tipo 0 (io semola di grano duro). Ripiegate il canovaccio sull'impasto per coprirlo, senza stringere, e lasciatelo lievitare per 1-2 ore (per me un'ora) in un posto caldo e al riparo dalle correnti d'aria. E' pronto quando è quasi raddoppiato di volume. Premendo con un dito dovrebbe rimanere un'impronta profonda circa mezzo centimetro. Se scompare subito, lasciatelo lievitare per altri 15 minuti.

Mezz'ora prima del termine della seconda lievitazione, riscaldate il forno a 260°C (io a 250°C, è il massimo del mio forno) con una griglia al centro. Ungete con un po' d'olio una teglia da 33x45 cm (io ho messo solo della carta forno e la mia teglia è di 35x 40 cm) .

Tagliate l'impasto in quattro parti e allungatele per ottenere un bastone lungo all'incirca come la teglia (io ho praticato dei tagli obliqui). Trasferite nella teglia, lasciando almeno 2 cm tra un pane e l'altro. Spennellate con l'olio d'oliva e cospargete con il rimanente ½ cucchiaino di sale grosso (2 g) (io ho dimenticato di aggiungerlo, ma ho messo i semi di sesamo!)

Infornate per 15-25 minuti (per me 35 minuti,ma sarebbe stato meglio 30, perchè sono diventati decisamente croccanti), finché la crosta ha un bel colore dorato scuro. Lasciate raffreddare nella teglia per 5 minuti, poi con una spatola trasferite le stecche su una griglia a raffreddare.
Le stecche potrebbero rammollirsi un poco nell'arco di qualche ora, per via del sale sulla superficie. Se succede, riscaldatele nel forno finché tornano croccanti (a me non è successo perchè ho dimenticato il sale e le ho cotte un pò troppo)





Note: Si ottengono 4 stecche
Per altre varianti e altre note, date un'occhiata alla ricetta fatta da Ale
Ho cosparso le stecche con semi di sesamo invece che sale
Ascoltate il leggero crepitio appena le sfornate!
Leggere e belle croccanti !
Provateli caldi con del formaggio o semplicemente un pò di burro salato

La ricetta è promossa


Con questa ricetta partecipo allo Starbooks di Aprile




10 commenti:

  1. Che buone queste minibaguette . . . immagino il profumo ^_^

    RispondiElimina
  2. che brava! ammiro sempre chi sa panificare con facilità (e non con ansia come la sottoscritta...)!!!
    grazie per aver partecipato al Redone :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina! Io adoro (troppo e si vede dal giro-vita!) panificare. Ogni ricetta dello Starbooks è da provare! :)

      Elimina
  3. bellissime queste baguette sono davvero deliziose e ben fatte,grazie per la preparazione

    RispondiElimina
  4. No... questa baguettes calde con un pò di burro salato no..... sono a dieta, mi viene da piangere.... ma appena smetto me le faccio, sono buonissime!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty: non me lo dire! Però ho dovuto provarli appena usciti dal forno...ho dovuto!! ;)

      Elimina