venerdì 20 marzo 2015

Fiesta Taco Pie


Circa a metà degli anni '70, ho assaggiato il mio primo taco.
Ero a casa dei miei zii e a cena, mia zia, tutta contenta, ha messo in tavola i pomodori, l'insalata, il formaggio grattugiato, la carne macinata soffritta e i tacos. Non avevo mai visto niente del genere e prima di assaggiarlo (perchè non sapevo come fare) ho dovuto aspettare di vedere come facevano gli altri.
Così, ho preso un taco fatto di farina di mais croccante, ho inserito un cucchiaio di carne speziata, poi il formaggio cheddar, poi i pomodori e infine l'insalata. Ho dato il primo morso al mio primo taco, e praticamente si è rotto in mille pezzi, con tutta la farcitura che schizzava in giro per il tavolo... poi mi sono fatta furba, sostituendo i tacos croccanti con le tortillas!!
Nella mia mente di bambina il cibo tex-mex era un'assoluta novità, per me che ero abituata alle lasagne, alle bracioline alla bolognese, alla ribollita, alle orecchiette alle cime di rapa, agli gnocchi alla romana. alla schiacciata alla fiorentina, ma anche al beef stew, agli spaghetti and meatballs, agli hamburger, ai brownies. Ma questi tacos, chi li aveva mai mangiati?







Dopo anni, ho finalmente provato la famosa taco pie. Gli ingredienti sono praticamente gli stessi, con la variante della pasta brisée al posto del taco e della tortilla.
Ho faticato a tenere da parte l'ultima fetta per fare una misera fotografia, anche se davvero, non rende quanto sia buono!



Fiesta Taco Pie
Per la pasta brisée (Michel Roux)
150 g di farina 0
100 g di farina di mais tipo fioretto
150 g di burro, tagliato a pezzetti
1 cucchiaino di sale fine
1 uovo
1-2 cucchiai di latte freddo

Per la pasta brisée, ho seguito ancora le indicazioni, suggerimenti e consigli di Flavia e anche di Maria Pia per la cottura in bianco, che ringrazio!

Versate le farine in una ciotola e mescolare con una frusta per amalgamarle, poi rovesciatele a fontana su un piano di lavoro.
Mettete al centro il burro, il sale, lo zucchero e l'uovo, poi mescolateli e lavorateli con la punta delle dita.
Incorporare piano piano le farine, lavorando delicatamente l'impasto fino a quando assume una consistenza grumosa


Aggiungete il latte e incorporatelo delicatamente con la punta delle dita fino a quando l'impasto comincia a stare insieme.
Spingete lontano da voi l'impasto con il palmo della mano, lavorando di polso, per 4 o 5 volte, finchè è liscio.

Formate una palla, avvolgetela nella pellicola alimentare e mettetela in frigo per mezz'ora.*

*Se non la usate subito, la potete conservare in un contenitore a chiusura ermetica in frigo per una settimana e fino a 3 mesi in freezer.

Togliete l'impasto dal frigo e ponetelo su un piano di lavoro precedentemente infarinato.
Stendete la pasta con il matterello fino ad uno spessore di circa 3 millimetri circa.
Arrotolate la pasta sul matterello e srotolatela direttamente sullo stampo (io ho usato uno stampo di 25 cm di diametro).


Rifilate la pasta in eccesso con un coltello o passando il mattarello sulla tortiera.
Sistemate l'impasto nello stampo premendo leggermente con le dita, cercando di alzare il bordo di un altro paio di millimetri.
Bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta.


Coprite con carta da forno e mettete nel freezer per circa mezz'ora
Riscaldare il forno a 180° C
Togliete dal freezer e versate sopra la carta da forno con dei ceci o fagioli secchi. In questo modo l'impasto non si gonfia e rimane schiacciato.
Cuocete per circa 20 minuti e dopo il tempo necessario per la prima cottura, togliete dal forno ed eliminate il peso (ceci o fagioli) e la carta da forno e proseguite la cottura per altri 15 minuti alla stessa temperatura.


Per il ripieno
500 g carne trita/macinata scelta
1 peperone giallo, tritato (o se dovete nasconderlo, frullato)
1 cipolla rossa, tritata
una punta di cucchiaino di cumino in polvere
una punta di paprika dolce in polvere
un pezzetto di peperoncino piccante, tritato (se non piace omettere)
una punta di aglio secco in polvere
una punta di cipolla secca in polvere
un pizzico di sale fine
130 g Asiago mezzano, a fette sottili
qualche foglia di insalata, tagliate a striscioline
5-6 pomodorini datterini, tagliati in 3 pezzi o affettati
1 confezione di panna acida (optional)

Scaldate una padella antiaderente su fuoco medio e versateci dentro la carne.
Rosolate un minuto e poi aggiungere il peperone e la cipolla. Cuocete per circa 20 minuti o fino a quando il liquido di cottura è evaporato.
A parte, in una ciotolina, versate le spezie e il sale e mescolate.
Versate poi sulla carne a fine cottura e mescolate, per amalgamare il tutto.
Foderate il guscio della sfoglia già cotta con metà delle fette di formaggio, poi versate la carne, livellandola e poi adagiate le fette rimanenti sopra.


Infornate per altri 10 minuti a 180° C o fino a quando il formaggio è sciolto
Togliete dal forno e lasciare raffreddare.


Poco prima di servire, aggiungete l'insalata e i pomodorini.
Servire eventualmente anche con un cucchiaio di panna acida

Il Sommelier consiglia un bicchiere di Dolcetto di Dogliani Docg 




Con questa ricetta partecipo al MTChallenge n° 46 con la ricetta della pasta brisée di Flavia di CuociCuciDici, vincitrice della sfida n° 45 con i suoi strepitosi baci!


20 commenti:

  1. Buoooooooona!!!!!!!!! Non credo di dover aggiungere altro! Un bascione e buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo era davvero! I mie figli se lo sono litigato ( e ho detto tutto!!)

      Elimina
  2. Qualcosa mi stava dicendo che non dovevo passare di qua all'ora di pranzo...mi sono letta gli ingredienti della tua taco Pie con l'acquolina (vera!!!)..... bellissima idea Isabel veramente!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Flavia! Mi sono sempre piaciute le torte salate e ora posso attingere a piene mani nelle proposte fatte per il tuo MTC!

      Elimina
  3. Credimi, l'idea la rende perfettamente e risponde totalmente ai miei gusti ed alla passione per la cucina messicana ed i sapori "caldi", profondi, speziati e pungenti.
    Un'ottima idea!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fabiana! Io ci vado piano con le spezie, ma se piacciono, aumentare la dose aumenta il calore ad ogni fetta :)

      Elimina
  4. favolosa, non ho mai mangiato i taco a mo di torta ma mi piace moltissismo :-))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cia Guenther! E' davvero favolosa (a prova di bambini!!) Ho dovuto lottare per avere l'ultima fetta da fotografare ;)

      Elimina
  5. bellissima allegra e davvero invitante questa pie, bravissima!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gaia! La prossima volta provo con una brisée solo con la farina di mais per renderla gluten free :)

      Elimina
  6. Che bella idea!!! Fortissima! Brava brava! Lidia

    RispondiElimina
  7. Amo la cucina messicana, tanto che la scelsi anche come "nazione" per i piadamundial! Ricetta Grandiosa, ripieno ricco e saporito che sposa perfettamente la freschezza di insalatina, datterini e panna acida..
    Me gusta muchisimo, guapa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Arianna! Da quel giorno il tex-mex fa parte della mia cucina, e non solo tacos: enchiladas, tamales, burritos, ecc ecc Quando posso la faccio molto volentieri!!!

      Elimina
  8. mi mancava la Taco Pie che già canto messico e nuvole ogni volta che mi avvicino a un ristorante tex mex... ecco che mi tocca aggiungere un buco alla cintura, mi sa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lara! Io sto cercando disperatamente di non aggiugerne altri di buchi....è che mi piace troppo mangiare e sperimentare le ricette nuove....andale andale, questa la faccio sicuramente (richiestissima dai pargoli di casa!)

      Elimina
  9. Bella l`idea,belli i colori e che voglia di provarla!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca! Colorata e buonissima :))

      Elimina
  10. lodici tu, che non rende.. io sono praticamente in ginocchio, di fronte a questa ricetta: il meglio della cucina tex mex, racchiusa in un guscio che "di meglio non si può", per una proposta, come al solito, personale, originale,bellissima. Non sai la gioia che provo, ogni volta che passo di qui...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alessandra! L'MTC stimola sempre di più! :)

      Elimina