giovedì 5 febbraio 2015

Petali Croccanti con Zucca Butternut e Semi di Lino Macinati



Il pane. 
Ora: noi tutti siamo capaci di andarlo a comprare.
 Quello fatto dai professionisti: quelli che lo sanno fare per davvero.
Io, nel mio piccolo forno casalingo, cerco sempre di imitare questi artisti. Ma mi mancano lo studio e la pratica per fare un pane professionale!
Così, mi accontento di una pane fatto in casa, con dei buoni risultati, senza avere nè l'esperienza e neanche l'attrezzatura professionale.
Mi piace mescolare gli ingredienti tra loro e cerco sempre farine speciali e particolari per sperimentare il prossimo pane








Qui mi sono divertita ad usare la zucca, la farina senatore cappelli e i semi di lino macinati
Risultato: degli ottimi panini, quasi dei petali croccanti...




Petali Croccanti con Zucca Butternut e Semi di Lino Macinati

5 g di lievito di birra secco (circa 1 cucchiaino)
1 cucchiaio di miele di castagno e tiglio
400 ml di acqua tiepida
300 g di farina Senatore Cappelli
200 g di farina tipo 00
130 g di zucca butternut*, cotta al forno e ridotto a purea
1 cucchiaino scarso di sale di Guérande
1 cucchiaino di semi di lino macinati

Sciogliere il lievito nella ciotola di una planetaria insieme al miele e l'acqua. Attendere che salgano in superficie le prime bollicine prodotte dal lievito e versare i primi 300 g di farina. Sbattere con la frusta a foglia per amalgamare bene gli ingredienti.
Cambiare con la frusta a gancio.
Aggiungere la zucca e mescolare bene
Aggiungere gli altri 200 g di farina, il sale e i semi di lino macinati. Mescolare fino ad amalgamare gli ingredienti e poi rovesciare su un piano di lavoro.
Impastare fino ad avere un composto non appiccicoso ed elastico. Se occorre, aggiungere piccole quantità di farina, fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.
Formare una palla e riporla in una ciotola, coprendola con un panno. Porre in un luogo caldo e lasciare lievitare minimo 2 ore.
Trascorse le 2 ore, versare l'impasto  su un piano di lavoro e impastare leggermente in modo da far uscire tutte le bollicine.
Riformare la palla e rimettere nella ciotola e coprire con il panno.
Lasciare lievitare un'altra ora.
Trascorsa l'ora, rovesciare l'impasto su un piano di lavoro, impastare leggermente e formare un bastoncino. Tagliare pezzetti di circa10 cm ciascuno e porre su una teglia precedentemente coperta da carta da forno. Coprire con il panno e lasciare lievitare fino al raddoppio, circa un'ora
Scaldare il forno a 250° C
Infornare e cuocere fino a quando i panini sono belli dorati
Raffreddare

* va benissimo anche la zucca violina

Nota: ho usato questo pane per fare i miei canederli


Partecipo alla raccolta di Panissimo, da un'idea di  Sandra e Barbara, che questo mese è ospitato da Maria Teresa




2 commenti:

  1. Isabel, secondo me questo è un signor pane, degno di un masto panettiere! Complimenti!! Un bascione forte!

    RispondiElimina