lunedì 26 maggio 2014

Il Finto Babà con Coulis di Fragole Fresche per Astemi (per MTChallenge)




Aiuto! Il Babà! No, non lo volevo fare anzi, per la prima volta, volevo passare l'MTChallenge....
Poi, complice l'influenza di mia figlia, sono stata "forzata" a stare in casa e da lì, è partito tutto.

Vorrei fare un applauso a tutti quei pasticceri che ogni (notte) giorno ci preparano queste delizie: chapeau!
Molti anni fa, ho visto un interessantissimo servizio sulla pasticceria napoletana e mi ha incuriosito molto la preparazione dei babà e delle sfogliatelle: cose dell'altro mondo!
Non avrei mai e poi mai pensato che avrei potuto fare un babà. Tant'è...eccolo qua, il babà per astemi.
Non che io sia astemia, ma ho dovuto ripiegare su questa versione, altrimenti metà famiglia non avrebbe potuto mangiarla.

I miei complimenti e ringraziamenti vanno alla vincitrice del MTChallenge di Aprile Anonietta del blog La Trappola Golosa, per aver proposto questa follia sfida a cui ho partecipato con il solito entusiasmo che mi contraddistingue (eh!) quando si tratta di MTChallenge: quando il gioco si fa duro...

Mentre lavoravo l'impasto, schiaffeggiandolo sul piano di lavoro con tutte le dita impiastricciate, mi chiedevo come poteva venire fuori un babà così grande con così poco impasto. Forse non ho aggiunto la quantità di farina corretta?Fose lo stampo era troppo grosso? Eppure ho controllato e ricontrollato: alla fine la dose era giusta!

giovedì 15 maggio 2014

Sera di Maggio - Cake al Semolino, Cocco e Marmellata di Arance per Starbooks Redone




Sera di Maggio

Il vento della sera
si posa sulla mia guancia e mi sfiora la mano
come una carezza
Vedo le ombre, lunghe, proiettate sul prato 
e l'orizzonte si colora di rosso e blu
I grilli cantano il preludio alla notte e vedo già le prime stelle brillare nel cielo
So che tu sei lì, nell'orto a controllare le tue rose e i tuoi pomodori
Guardi con orgoglio il frutto delle tue fatiche
e sorridi soddisfatto
Quel tuo sorriso si trasforma in vento
che mi scivola addosso e fra i capelli
e che si posa sulla mia mano, che stringo affinchè riesca ancora a tenerti un pochino con me
in questa sera di Maggio











Cake al Semolino, Cocco e Marmellata di Arance per Starbooks Redone
Tratto dal libro di Yotam Ottolenghi Jerusalem basandomi sulla ricetta di Patty di Andante con Gusto per lo Starbooks

Ingredienti per 1 cake e 6 pirottini da plumcake
Tra parentesi le mie variazioni
100 ml olio di girasole (olio evo)
240 succo d'arancia
4 uova medie
160 g marmellata di arance fine o senza scorze
Scorza grattugiata di un' arancia
70 g zucchero semolato
70 g farina 00
180 g semolino
2 cucchiai farina di mandorle (farina di semi di lino, non avevo quella di mandorle)
2 cucchiaini lievito in polvere per dolci
Io ho aggiunto:
2 cucchiai uvetta
10 mandorle non pelate

Per lo sciroppo
200 g zucchero semolato
140 ml acqua
1 cucchiaio estratto naturale di fiori d'arancio



Preriscaldare il forno a 180° C
In una larga ciotola mescolare l'olio con i succhi, la marmellata, le uova e la scorza di arancia, fino a che la marmellata sia sciolta.

In un'altra ciotola, mescolare tutti gli ingredienti secchi e aggiungerli a quelli umidi.
Mescolare fino a che tutti gli ingredienti siano ben amalgamati
Aggiungere l'uvetta
Ungere con olio uno stampo da plumcake e a parte, preparare 6 pirottini di carta su una teglia.
Versare 2-3 cucchiai di composto nei pirottini e il restante nello stampo da plumcake.
Mettere le mandorle in fila sopra l'impasto nello stampo e uno solo per ciascun pirottino.

Cuocere lo stampo da plumcake 45 minuti circa e i pirottini per 30 minuti (fare la prova dello stecchino) e fino a che la superficie prenda il colore di un marrone aranciato.

Verso il termine della cottura, preparare lo sciroppo
Mettere gli ingredienti in una casseruola e portare ad ebollizione. Togliere dal fuoco.

Appena i dolci escono dal forno, cominciare a spennellare lo sciroppo ancora caldo sui dolci, usando un pennello di silicone
Ripetere più volte affinchè lo sciroppo venga assorbito completamente. Fare attenzione di terminare completamente lo sciroppo perchè questo determina la riuscita del dolce.
Una volta che il dolce sia raffreddato un pò, toglierlo dallo stampo e lasciare raffreddare completamente
Il dolce si conserva perfettamente per almeno 5 giorni se avvolto con cura in una pellicola
Gustare con una tazza di tè calda

Note:
Ho voluto dividere l'impasto in monoporzioni pur tenendo la maggior parte dell'impasto per lo stampo grande
Non avendo la farina di mandorle, ho usato quella di lino e ho aggiunto delle mandorle intere per la decorazione.
Ho aggiunto anche l'uvetta perchè mi piace molto con il semolino
Ho fatto l'errore di preparare uno sciroppo troppo denso, visto che l'ho fatto bollire per qualche minuto in più. Quando l'ho versato sul dolce, si è cristallizato, segno che la temperatura dello zucchero era salito troppo.
E' un cake molto dolce con una nota acidula data dall'arancia, perfetta per palati abituati alla pasticceria mediorientale
Essendoci il semolino e lo sciroppo, la consistenza è piuttosto compatta

E aggiungo che la ricetta è promossa!






Con questa ricetta partecipo allo Starbooks Redone di Maggio





venerdì 2 maggio 2014

Biscotti alla Panna e Burro Gluten Free - Gluten Free Cream and Butter Cookies


Ho passato le ultime settimane a perfezionare i lievitati con il li.co.li (lievito a coltura liquida) con risultati abbastanza soddisfacenti. Mi piace usare sia il li.co.li che il lievito di birra. Dipende da cosa ho in mente di preparare, ma soprattutto, quanto tempo ho a disposizione. Ho poco tempo e devo concentrare tutte queste preparazioni durante il weekend o alla sera e non sempre ho la voglia. Ma poi c'è il pensiero di affondare le mani nell'impasto e vederlo lievitare e crescere. Vivo