venerdì 31 gennaio 2014

Crostata al Grano Saraceno con Confettura di Lamponi e Mandorle - Buckwheat Tart with Raspberry Jam and Almonds Gluten free



Questo libro ha un significato particolare: il patto stretto tra la nonna esperta in cucina e la nuora che non sapeva cucinare
Una volta alla settimana decidevano di preparare un ricetta insieme, così la nonna imparava una ricetta nuova e la nuora imparava a piccoli passi, come tenere in mano un mestolo, come fare il soffritto, come cucinare la pasta, ecc
Anche negli anni successivi, quando la nuora aveva imparato i segreti della cucina italiana, dava sempre un'occhiata a lei, Ada Boni. Non lo chiamava mai Il Talismano della Felicità, ma Ada Boni
E così è anche per me.


Crostata al Grano Saraceno con Confettura di Lamponi e Mandorle
Liberamente ispirata da una ricetta di Ada Boni "Il talismano della felicità"

300 g farina di grano saraceno
150 g zucchero semolato
150 g burro
3 tuorli d'uovo
1 limone, buccia grattugiata
1 cucchiaio yogurt naturale
Un pizzico di sale
Confettura di lamponi
Mandorle a scaglie, una manciata
Zucchero a velo (optional)


Disporre sul tavolo di cucina la farina a fontana e nel mezzo mettere lo zucchero, il burro in pezzetti, i rossi d'uovo, la buccia del limone e il sale. Impastare sollecitamente i vari elementi senza lavorarli molto, date alla pasta la forma di palla e lasciare riposare per mezz'ora al fresco coperta da una salvietta.
Trascorsa la mezz'ora dividere la pasta in due
Con una di quest parti fare un disco con il mattarello e rivestire il fondo in una pirofila da forno, precedentemente imburrata.
Versare uno strato di circa 1/2 cm di confettura e spandere con il dorso di un cucchiaio
Stendere sulla tavola infarinata un pò della pasta messa da parte e ricavarne delle fettucce larghe un dito, oppure dei cilindretti con cui fare un reticolato sulla confettura.
Con la pasta avanzata, fare un grosso cannello col quale chiudere intorno la crostata.

Passare la crostata in forno a 160° C (ventilato) per circa mezz'ora.
5 minuti prima di togliere dal forno, cospargere con le mandorle e finire di cuocere.
Fare raffreddare e, volendo cospargere leggermente con lo zucchero a velo

L'Angolo del Sommelier
Il Sommelier consiglia Aleatico di Gradoli

Note
-io ho usato una pirofila tonda da 26 cm di diametro e mi è avanzato un pezzetto con cui ho fatto dei biscotti Si può usare una pirofila più grande (30 cm) per non avere avanzi
-se cucinate per un celiaco, assicuratevi che i prodotti che usate abbiano il marchio con la spiga 
barrata-gluten free

Con questa ricetta partecipo al contest di Ambra Il Gatto Ghiotto e Salter




e alla raccolta 100% Gluten Free Friday


 Buckwheat Tart with Raspberry Jam and Almonds Gluten free
300 g buckwheat flour
150 g sugar
150 butter
 3 egg yolks
1 lemon, zest only, grated,
1 tbsp plain yogurt
1 pinch of salt
Raspberry jam
Slivered almonds
Powdered/Icing sugar (optional)

Put the flour on a working surface and make a hole in the center, then add the butter (cubed), egg yolk, lemon zest and salt. Work the ingredients quickly and form a ball. Let rest for about half an hour covered with a dish cloth.
Preheat the oven to 160° C (fan)
After half an hour, divide in two.
With one of the halfs roll out a circle and transfer to a buttered pie dish.
Pour the jam and spread on the base: it should 1/2 cm thick
With the other half of the dough, form strips or roll as small strings and make a grid over the jam.
With the ramaining dough, roll and cover around the tart.
Bake for half an hour.
After 25 minutes, sprinkle the almonds and return to the oven and bake 5 more minutes
Cool and sprinkle some powdered sugar (optional)

Notes:
-I used a 26 cm baking dish and I had some dough leftover, so I made cookies
-If you don't want extras, then use a 30 cm baking dish
-If cooking for a person with celiac disease, make sure that you are using products that are completely gluten free



14 commenti:

  1. Tesoro è una ricetta fantastica !!! Per ora sto studiando (per me stessa) i gruppi sanguini, in particolare gli alimenti ideali e quelli sfavorevoli per quelli che come me che hanno il gruppo 0 RH+. Lo sai che è consigliata una dieta priva di glutine? Questa ricettina favorevole me la segno, è fantastica!

    RispondiElimina
  2. Isalbel ma che ricetta squisita e carinissima la storia che ci hai raccontato. Anche io ho partecipato allo stesso contest e mi piace tantissimo perchè richiama i dolci che amo di più e dei quali non mi stanco mai. Un bacio grande, MAnu

    RispondiElimina
  3. Tortina deliziosissima!
    Ma una cosa mi ha colpito...
    La locandina di Gattoghiotto ...
    c'è scritto nella credenza in francese, ma quella credenza li non è il mobile, ma l'atto di credere...è una cosa voluta o un errore di traduzione? La credenza "mobile" è il buffet :D

    RispondiElimina
  4. e qui, cara mia, ti sei superata.
    che crostata squisita Isabel!
    sono orgogliosa di conoscerti e non solo per la crostata!
    Sandra

    RispondiElimina
  5. buonissima! una torta di montagna per una fredda giornata!
    ciao :-)

    RispondiElimina
  6. Una ricetta con i fiocchi e controfiocchi! Io adoro le crostate e come posso non provare a farla?
    Bravissima come sempre.
    A rileggerci presto allora, sempre tra ricette, storie e sorrisi :-D

    RispondiElimina
  7. favolosa da provare,ho del grano saraceno da smaltire e questa torta è perfetta...buon gffd e a presto :)

    RispondiElimina
  8. ...che buona la tua crostata Isabel...mi fa ricordare le crostate della mia mamma che tuttora amo da morire! Peccato che io abbia un brutto feeling con la pasta frolla...un bacione!

    RispondiElimina
  9. Intanto la forma è perfetta e non è semplice da fare con le farine senza glutine, e poi immagino la bontà di questi ingredienti…
    Insomma la nuora ha superato la nonna!!!

    RispondiElimina
  10. una crostata davvero bellissima e molto buona! grazie per la bella partecipazione, buon we. Sonia

    RispondiElimina
  11. Purtroppo qui a Buenos Aires non trovo il grano saraceno ma una gran voglia di riprovare quel gusto rustico e sincero e sto archiviando tutte le ricette con questo "cereale", la tua é perfetta!... E Ada Boni a me ricorda mia zia...é inseparabile dal suo talismano!

    RispondiElimina
  12. Ha un aspetto favoloso!! Sono contenta che tu abbia partecipato!! Bacioni!

    RispondiElimina
  13. É un libro che ancora mi manca nella mia libreria in cucina... Ma lo devo prendere e lo devo leggere!
    Sulla crostata posso immaginare la bontà visto che ne ho preparata anch'io una con il grano saraceno!
    Ciao
    Elisa

    RispondiElimina
  14. non ci crederai ma per il compleanno di babbo ho fatto una crostata integrale con marmellata di lamponi e vaniglia... per la serie w la telepatia! e mio marito non fa altro che chiedermi quella crostata da 3 settimane!
    ma io provo la tua : ))
    bacio!!

    RispondiElimina