venerdì 29 novembre 2013

Spicy Squash, Carrot, Potato and Leek Soup - Zuppa speziata di Zucca, Carote, Patate e Porri




Dreaming

The frost is in the air
the stars are brittle
your warm hand
in mine
walking down the path of the unknown
together
November 2013

Sognando
Il gelo è nell'aria
le stelle sono  fragili
la tua mano calda
nella mia
camminiamo lungo il sentiero dell'ignoto
insieme
Novembre 2013

In certi momenti della giornata, in particolar modo alle porte dell'inverno, verso sera quando il mondo viene coperto da una coltre di buio e di silenzio, alcuni stati d'animo, assopiti durante le calde giornate d'estate, si rivelano.




Zuppa speziata di Zucca, Carote, Patate e Porri (english version below)

2 carote medie
1 porro
2 patate medie
1 fettina di zucca (circa 100 g)
1 lt acqua o brodo vegetale
Olio evo
Sale
Quatre Epicés*

* Quatre Epicés: spezia composta da chiodi di garofano, noce moscata, cannella e pepe

Tagliare le carote e porri a fette.
Tagliare le patate e zucca a dadini
Scaldare una pentola antiaderente con un filo d'olio e aggiungere le verdure. Tostare circa 10 minuti e poi aggiungere l'acqua/brodo.
Fare sobbollire piano per circa 40 minuti.
Frullare con un frullino a immersione e cuocere altri 10 minuti
Servire nei piatti, spolverizzando un pò di quatre epicés

Nota importante: quando cucinate per un celiaco, accertatevi che tutti i prodotti che usate siano contrassegnate dalla spiga sbarrata - Glute free

Con questa ricetta partecipo al 100% Gluten Free (fri)Day










Squash, Carrot, Potato and Leek Soup (english version below)
2 medium carrots
1 leek
2 medium potatoes
1 slice of squash (about 3-4 oz.)
1 quart water of vegetable broth
Extra virgin olive  oil
Salt
Quatre Epicés*
* Quatre Epicés: is a spice made with ground cloves, nutmeg, cinnamon and black pepper

 Slice the carrots
Dice the potatoes and squash
Heat a pot with a small amount of oil and add the vegetables. Cook about 10 minutes and then add the water of broth
Simmer for about 40 minutes then blend in a food processor
Cook another 10 minutes
Serve and sprinkle a pinch of Quatre Epicés



mercoledì 27 novembre 2013

Plumcake con Castagne e Cannella MTC - Chestnut Cinnamon Swirl Quick Bread


Argomento del tema di oggi: La Castagna
In tempi non sospetti (vedi MTC numero 34), sono andata nel bosco a cercare le castagne.
Per fortuna conosco un posticino in collina, non troppo lontano dalla strada, dove vado abitualmente a raccoglierle.
Ogni volta che vado, dico che è l'ultima.
Ma poi ogni volta non resisto al richiamo della castagna foresta e mi inerpico per salite, cado nel canali, inciampo nelle radici o nei sassi, mi trovo faccia a faccia con un cane nero, tipo "vitello che ringhia", prendo un paio di storte e mi pungo le dita.
E  mi fanno male la schiena e le braccia perchè continuo a insaccare castagne (ancora una!...uh, guarda che bella questa! dai, un'altra ancora!...) fino ad avere circa 10 5 chili di castagne!
E non finisce qui.
Torno a casa e metto le castagne nell'acqua per separare quelle bacate da quelle sane.
E poi prendo il pentolone di Amalia la strega e comincio a cuocerle.
Finita lì? Noooo! Let's get the party started!
Ma solo per i duri: quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare!
Scolo le castagne,e comincio a tagliare e togliere il "guscio" e poi (con taaanta pazienza), la pellicina.
Passa il tempo e ho ancora parecchi chili da fare e comincio a dirmi che non ce la posso fare!
Smetto e mi dirigo verso il frigo per cercare qualcosa di confortante da mangiare e leggo un bigliettino che è attaccato alla porta del frigo, che dice "you don't achieve anything without hard work!" (non ottieni niente senza lavorare sodo) e in quell'istante mi viene il lampo geniale: e se invece di togliere la pellicina una ad una, le spremo ben bene? Ebbene, ho scoperto un mondo nuovo!
Ottenuta la polpa di castagne, comincio a passarle a setaccio...un lavoro tremendo! Passo e ri-passo, ma la montagna di polpa rimane lì...sto per gettare la spugna ed ecco che il bigliettino mi torna in mente.

E allo stesso tempo ho un lampo che mi trapassa la testa per ricordarmi che ho un tritacarne....(no comment!)









Plumcake con Castagne e Cannella (english version below)
280 g farina 00
150 g più 100 g zucchero semolato, diviso
1 cucchiaino bicarbonato di soda
1/2 cucchiaino sale fine
300 ml yogurt naturale
100 g purea di castagne
60 ml latte
1 cucchiaino estratto di vaniglia
1 uovo
60 ml olio evo
1 cucchiaio (10 g) cannella in polvere

Scaldare il forno a 180°C
Ungere con un pò di olio uno stampo da plumcake (dimensioni 22X12).
Versare in una ciotola capiente gli ingredienti in questo ordine: farina, 150 g zucchero, bicarbonato, sale, yogurt, purea di castagne, uovo, vaniglia, latte e olio. Amalgamare fino a quando gli ingredienti sono amalgamati.

In una ciotolina mescolare i rimanenti 100 g di zucchero e cannella

Versare metà composto con le castagne nello stampo e cospargere con metà zucchero e cannella.
Versare il rimanente composto e zucchero e cannella



Con un coltello o spatola, "tagliare" il composto in modo tale che lo zucchero vada all'interno al composto
Cuocere nel forno per un'ora circa, facendo la prova dello stecchino (o spiedino di legno).
Togliere dal forno e raffreddare 10 minuti prima di estrarre il dolce dallo stampo







Con questa ricetta partecipo al MTChallenge di Novembre





Chestnut Cinnamon Bread
2 cups all-purpose flour
3/4 plus 1/2 sugar, divided
1 tsp baking soda
1/2 tsp salt
1 1/4 yogurt
1 cup chestnut puree
1/4 cup milk
1 tsp vanilla
1 egg
1/4 cup olive oil
1 tbsp cinnamon
Preheat oven to 350°F
Brush a 9X5 loaf pan with oil
Combine flour, 3/4 sugar, baking soda, salt, yogurt, chestnut puree, egg, vanilla, milk and oil
Stir just until moistened
In a small bowl, combine cinnamon and 1/2 sugar

Pour half of the batter into the pan, then sprinkle with half of the cinnamon-sugar.
Pour remaining batter and sprinkle with remaining cinnamon-sugar. Cut through the batter with a knife to swirl
Bake for 1 hour or until a toothpick inserted in the center comes out clean. Cool 10 minutes in the pan before removing from the pan on a wire rack






martedì 26 novembre 2013

Sformatini di Gruyère de Comté e Parmigiano Reggiano - Gruyère de Comté and Parmigiano Reggiano Flans






Dopo la mia scorribanda al Bontà di Cremona, ho finalmente deciso di fare questi deliziosi sformatini che avevo visto nel blog di Cristina Vissi d'arte...e di cucina per lo Starbooks del Gennaio 2012 (in effetti è un pò che sto covando...) . La ricetta è tratta dal libro di Michel Roux "Eggs" .

Non avendo fontina, usato nella ricetta originale, ho usato un formaggio francese che ho acquistato alla fiera di Cremona, il Gruyère de Comté










Sformatini di Gruyère de Comté e Parmigiano Reggiano (english version below)
Ingredienti per 4 persone
2 uova medie
100 ml panna (io ho usato yogurt naturale magro)
200 ml panna da cucina
100 g fontina grattugiata (io ho usato Gruyère de Comté)
30 g parmigiano reggiano
Sale e pepe macinato al momento (omesso il pepe)
un pizzico di noce moscata grattugiata al momento (omesso)
20 g burro ammorbidito

Qui di seguito la ricetta di Cristina, con le mie modifiche traparentesi:

Sgusciate le uova in una ciotola grande, sbattetele leggermente con una forchetta, poi aggiungete i due tipi di panna (light + normale o yogurt + normale o quello che volete voi - io lo yogurt) e sbattete fino a ottenere un composto omogeneo. Incorporate i formaggi e insaporite con pochissimo sale e quanto pepe volete (io non ho messo pepe). (Del pizzico di noce moscata, elencato negli ingredienti, non c'è traccia nella ricetta. Io l'ho semplicemente aggiunto al composto insieme a sale e pepe) - (Io non l'ho messo)

Scaldate il forno a 160°C.
Portate a bollore dell'acqua.
Ungete 6 cocottine (io 4 più grandi) di circa 8 cm di diametro e 4 cm di profondità con il burro ammorbidito e spolverate con un po' di sale e di pepe. Distribuite il composto a base di uova nelle cocottine.

Mettete le cocottine in una pirofila o una teglia rivestita di carta da forno. Versate nella pirofila dell'acqua bollente, in modo da arrivare a metà delle pareti delle cocottine (bagnomaria):
Infornate e controllate la cottura dopo 15-20 minuti: gli sformatini dovrebbero essere solidi lungo i bordi ma piuttosto "tremolanti" al centro (nel mio forno ci sono voluti 25 minuti). Togliete le cocottine dal bagnomaria e lasciatele raffreddare su una griglia.
Servite gli sformatini nelle cocottine appoggiate sui piatti.
Sono più buoni freddi, ma non gelati. Confermo, a temperatura ambiente sono ottimi e sono quindi perfetti da fare in anticipo. Consiglio di servirli insieme a una baguette o a fette di pane tostato.



Note mie: ho colto al balzo le note di Cristina, e ho usato lo yogurt al posto della panna
Dopo circa 20 minuti, inserire la punta di un coltello: se esce pulito, gli sformatini sono pronti.
Dopo la cottura e conseguente raffreddamento, gli sformatini erano piuttosto liquidi in fondo e quindi li ho serviti con delle fette di pane, leggeremente tostate
Sfizioso, delizioso e coccoloso
Ottimo come appetizer
Può essere anche usato come dip con i cracker
Importante: se cucinate per un celiaco, accertatevi che tutti i prodotti che usate siano contrassegnate dalla spiga barrata - gluten free.




Con questa ricetta partecipo allo  Starbooks Redone di Novembre







Gruyère de Comté and Parmigiano Reggiano Flans
Ingredients for 4 persons
2 medium-sized eggs
1/2 cup plain yogurt
1 cup heavy cream
2./3 cup grated Gruyère de Compté
1/4 cup parmigiano reggiano
Salt
Butter for ramekins


Pre heat oven to 320° F
Break the eggs in a big bowl and toss with a fork, then add heavy cream and yogurt and beat until smooth and creamy
Add cheeses and a pinch of salt. Set aside.
Boil a pot of water: you will need this to "cook" the flans in the oven, by pouring it into a pan before adding the ramekins.
Butter 4 ramekins (3 inches wide) and pour in the egg mixture
Put the ramekins in the prepared pan with water, trying not get any water in the ramekins. The water should not go beyond half of the ramekin. 
Bake in the oven bain-marie
After 15-20 minutes the flans should be firm on the sides and slightly wobbly in the middle. Insert a knife and if it comes out clean, then they are done.
Take out of the oven and cool
Serve with toasted bread or crackers




venerdì 22 novembre 2013

L'Arrotino Leone - Ravioli di Castagne e Farro ripieni di Ricotta e Pecorino spadellati con Cime di Rapa




L'arrotino Leone pedalava in cima alla sua fida bicicletta, trainandosi dietro il carretto con il marchingegno che usava per rifare il filo alle lame dei coltelli, falci e forbici.
Non urlava il classico "Donne! E' arrivato l'arrotino!", ma aspettava i clienti nelle piazze dove si svolgevano i mercati: in valle e in montagna.
Si era trasferito dal paesino ai piedi della Pietra di Bismantova alla valle del Serchio e lì è rimasto.


La moglie si adattò bene alla nuova vita: avevano una stalla e un orto. Le figlie davano una mano nelle faccende di tutti i giorni e facevano la ricotta, il formaggio, la pasta tirata a mano, la polenta e tante altre cosine buone che ora sono solo un lontano ricordo.

Poi arrivò la guerra e il cibo cominciò ad essere sempre meno abbondante, a scarseggiare e ci doveva accontentare della sola polenta strofinando la forchetta ben bene sopra un' aringa affumicata, pane e cipolla e le castagne.
E meno male che c'erano le castagne, altrimenti non si mangiava!

A guerra finita quasi tutte le figlie, una per una, si sposarono e andarono lontano lontano, in cerca di una vita migliore: America, Australia e Canada, lasciando i genitori e qualche sorella che non voleva sradicarsi dalla propria terra.

La casa di Leone è ancora lì, nel paesino che d'inverno vede raramente il sole e che in autunno e primavera è sommerso dalla pioggia.
Di notte, d'estate, si sente solo il fiume che scorre.


Questa ricettta è un piccolo omaggio a queste persone e alla terra che le ha accolte all'inizio del secolo scorso.
Ho immaginato le giovani figlie di Leone mentre preparavano questi ravioli ripieni, sul tavolaccio di cucina, davanti ad un bel fuoco scoppiettante.
Ecco arrivare l'Elide con un paniere con dentro la ricotta fresca.
Mamma Mariangela sta tirando la pasta con il mattarello, mentre la Pierina e la Gina preparano il ripieno.
La Marina seleziona le foglie di cima di rapa e la Vige pela l'aglio.
La Francesca, con lo strofinaccio e la scopa in mano, controlla che tutto rimanga pulito.
L'Anselmo? Lui se ne sta rannicchito sulla seggiolina di paglia davanti a camino, a leggere un libro....




Ravioli di castagne e farro ripieni di ricotta e pecorino spadellati con cime di rapa
Ingredienti per 6-8 persone
Per la pasta
100 g farina di farro
100 g farina di castagne
2 uova fresche
1 pizzico di sale

Per il ripieno
250 g ricotta fresca
1 uovo
150 g  Pecorino stagionato, grattugiato
200 g fagioli piattini, lessati e frullati/passati a purea
1 pizzico di sale
Pepe macinato fresco

Per il condimento
500 g cime di rapa
1 spicchio aglio
Olio evo
1 pizzico di sale


In una ciotola amalgamare le 2 farine con una frusta, poi aggiungere un pizzico di sale,  le uova e impastare fino a quando si ottiene un composto liscio e omogeneo. Formare una palla, avvolgere nella pellicola alimentare e far riposare 30 minuti.


Nel frattempo, preparare il ripieno. Unire tutti gli ingredienti in una ciotola e amalgamare bene.

Preparare una spianatoia o alcuni vassoi di cartone ricoperti con un canovaccio o carta da forno e spolverizzare un pò di farina di farro.

Tagliare la pasta in 4 pezzi: prendere un pezzo (riavvolgere gli altri nella pellicola altrimenti la pasta di secca) e appiattirla con le mani per farla passare nella macchina per la pasta.
Tirare la pasta sottile (ma non troppo altrimenti si rompe) fino a ottenere delle lunghe strisce (tagliare a metà se fossero troppo lunghe).
Usando 2 cucchiaini, prendere un pò di ripieno (grande come una nocciola grossa) e disporlo sulla sfoglia a poca distanza l'uno dall'altro.
Piegare la sfoglia a metà sopra le palline di ripieno e chiudere i bordi pressando con le dita. Tagliare con la rotellina ed eliminare l'eccesso di pasta intorno.
Man mano che i ravioli sono pronti, metterli su un vassoio infarinato (farina di farro) e scuotere in modo da leggermente ricoprire i ravioli e togliere la farina in eccesso.


Disporre i ravioli infarinati su di una spianatoia o vassoio infarinato (farina di farro)


Cuocere le cime di rapa in abbondante acqua bollente e scolare. Strizzare con le mani l'acqua in eccesso e tritare grossolanamente.

Prepare il condimento. Versare un pochino d'olio in una padella grande e rosolare l'aglio a fiamma molto bassa, fino a quando è dorato.
Aggiungere le cime di rapa e saltare qualche minuto.


Portare a bollore una pentola di acqua e salare. Versare i ravioli e cuocerli per circa10 minuti.
Scolare e versare nella padella con le cime di rapa e fare saltare qualche minuto.

Impiattare, grattare sopra un pò di pecorino stagionato e servire caldi

Variante B
Volendo, si può omettere il condimento con le cime di rapa e condire i ravioli semplicemente con un filo d'olio e pecorino grattugiato





Con questa ricetta partecipo al MTChallenge di Novembre la cui edizione, la n.33, è stata vinta dalla mitica Mrs. Pici and Chestnuts















mercoledì 20 novembre 2013

Re-Cake Cream, Chocolate and Double Salted Caramel Tart - Bloggalline

Ed eccomi tornata tra le mie quotidiane mura domestiche, dopo un weekend di fuoco.

Per intenderci, non un fuoco che brucia e fa male, ma un fuoco che rallegra,  riscalda, su cui puoi cuocere i marshmallows e che scoppietta felicemente.

Un fuoco fatto di persone che hanno dentro di loro una magia molto speciale.

Thanks Bloggalline!














Questa è la ricetta che stavo preparando....


Crostata con Cioccolato, Doppio Caramello Salato e Panna
Le mie variazioni tra parentesi
Ingredienti per la base:
250 g farina 00
30 g farina di mandorle o mandorle frullate (io ho usato pistacchi)
150 g burro freddo tagliato a cubetti
80 g zucchero
1 uovo
1 pizzico sale
vaniglia (io ho usato 1 cucchiaino di estratto di vaniglia)
Ingredienti per il caramello salato:
70 g zucchero
70 g panna con il 36% di grassi
1 cucchiaio burro
1 pizzico sale
Ingredienti per crema al cioccolato
400 ml panna
300 g cioccolato fondente (io 100 g cioccolato artigianale 87%, 100 g cioccolato artigianale 72% e 100 g cioccolato fondente classico, tagliato a pezzettini molto piccoli)
ho anche aggiunto 1 cucchiaino cannella in polvere
Ingredienti per la panna montata:
250 g panna molto fredda
2 cucchiai zucchero
cacao amaro in polvere (omesso)

Per la base: unire tutti gli ingredienti e formare una palla. Mettere in frigo per 30 minuti, avvolta nella pellicola.
Stendere la pasta con il mattarello su una superficie leggermente infarinata, fino ad uno spessore di circa 3 mm e trasferire in una pirofila rotonda di 26 cm di diametro*.
Bucherellare con la forchetta e mettere in frigo per 30 minuti



Scaldare il forno a 180° e cuocere la base con sopra un foglio di carta da forno e fagioli secchi (io ho usato dei ceci secchi) per circa 25 minuti. Togliere dal forno e far raffreddare.
Mentre la base sta cuocendo, preparare il caramello.
In un pentolino, versare lo zucchero e cuocere a fuoco medio, fino a quando si trasforma in caramello (per me circa 5 minuti a fuoco basso, mescolando spesso)**.
Appena pronto, spegnere il fuoco e aggiungere il burro, sale e la panna, mescolando con la frusta fino ad ottenere una salsa omogenea e liscia. Far freddare e versare nella base***



Rimettere la crostata in frigo per almeno 1 ora.
Mettere la cioccolata in una ciotola. Tenere da parte
Mentre la crostata si raffredda, scaldare la panna e appena giunge a bollore, togliere dal fuoco, versare la panna e mescolare con una frusta per amalgamare bene gli ingredienti. Lasciare raffreddare.

Quando la ganache è fredda, versare sulla crostata e rimettere in frigo per almeno 24 ore.
Prima di servire, montare la panna e aggiungere lo zucchero****.
Distribuire la panna sopra la crostata e servire


*  A questo punto, avanza impasto per altre crostatine (io ne ho fatte 3 piccoline), quindi a mio avviso, sarebbe meglio usare una pirofila/stampo da 28.

** Io ho preparato 2 caramelli: un più chiaro e un secondo più scuro. Quest'ultimo l'ho ottenuto cuocendo il caramello un minuto in più, per avere un colore appena più scuro.

*** prima ho versato il caramello scuro e poi quello più chiaro, senza mescolare

**** putroppo, per mancanza di tempo, non sono riuscita a stabilizzare la panna, nè ad utilizzare la sac-à-poche per fare un pò di decorazioni pannose sulla crostata


Con questa ricetta partecipo al RE-CAKE 2 di Novembre
Da un'idea di Acqua e farina-sississima2 Amiche in CucinaIl Fior di CapperoDolcizie e Tra Fornelli e Pennelli





For the english version, please check  La Receta de la Felicidad

venerdì 15 novembre 2013

Pumpkin, Chickpea and Red Lentil Stew - Stufato di zucca, ceci e lenticchie rosse


Oggi dedico questa ricetta  a tutte le persone che devono ri-inventarsi il loro modo di mangiare, ma sopratutto il loro modo di cucinare
I miei problemi di allergia alimentare sono poca cosa, in confronto a quello che devono affrontare tantissime persone. Basta che sto attenta a evitare i cibi "ssassini",  e sono abbastanza tranquilla.
Dico abbastanza, perchè le mie allergie saltano fuori quando meno me lo aspetto, e quindi devo sempre avere i medicinali a portata di mano.
Oggi sono i broccoli, ma domani chissa? E' un pò un terno al lotto, ma non mi lamento, dai!

Questo stufatino è :
delizioso
comfort food
sostanzioso
autunnale
da mangiare fumante, quando fuori piove o nevica
piatto unico, se accompagnato da un bella piramide di riso o farro caldi caldi
e poi è gluten free, senza lattosio e senza uova! E pure vegan!
Insomma, è proprio buono!




Stufato di zucca, ceci e lenticchie rosse (English version below)
Liberamente tratta da una ricetta di Better Homes and Gardens Magazine
Per 4 persone
500 g zucca violina, pelata e tagliata in cubetti da 2.5 cm
425 g ceci cotti (oppure usare quelli in scatola, sciacquati e scolati)
3 carote medie, pelate e tagliate a pezzi di cira  1 cm circa
115 g cipolla rossa tritata (1 grande)
160 g  lenticchie rosse già cotte  (oppure usare quelli in scatola, sciacquati e scolati)
2 cucchiai salsa di pomodoro
1 cucchiaino cumino in polvere
1/4 cucchiaino sale
1 lt acqua (oppure usare brodo vegetale)
In una casseruola media mettere tutte le verdure, la salsa di pomodoro, il cumino e il sale
Aggiungere l'acqua e cuocere con il coperchio a fuoco basso per 20-30 minuti o fino a quando le verdure (vedi carote) sono tenere.
Servire caldo come contorno o come piatto principale accompagnato con riso o farro.

Con questa ricetta partecipo al 100% Gluten Free (fri)Day








Pumpkin, Chickpea and Red Lentil Stew
Inspired by a Better Homes and Garden Magazines recipe
Servings for 4 persons
1 pound squash, peeled, seeded and cut into 1-inch cubes
15 oz chickpeas/garbanzo beans, cooked (or you can also use from a can, rinsed and drained)
3 medium carrots, peeled and cut into 1/2-inch pieces
1 cup chopped red onion (1 large)
1 cup red lentils, cooked (or you may also use from a can, rinsed and drained)
2 tbsp tomato sauce
1 tsp ground cumin
1/4 tsp salt
4 cups water (you may also use veg broth veg)
In a medium sized pot, combine squash, chickpeas/garbanzo beans, carrots, onion, lentils, tomato sauce, cumin and salt.
Add water
Cover and cook on low-heat for 20 to 30 minutes, or until the vegetables (see carrots) are tender
Serve warm, either as a side dish or main with hot rice or farro (spelt)

lunedì 11 novembre 2013

Pear and Pinapple Upside-Down Cake




Penso a ieri e al carico che mi sono portata a casa dopo essere stata al Bontà di Cremona: formaggio francese, aceto balsamico di Modena, farro di Pesaro, biscotti alle castagne della Valle Camonica.
Il burro di malga da 1 kg l'ho dovuto lasciare lì perchè non avevo portato la borsa termica (sigh sigh!).
E poi ho assaggiato e fatto man bassa su tutti i prodotti offerti...
Ero già stata l'anno scorso e sono ritornata a fare il pieno e per l'occasione, mi sono portata il cestino da supermercato: se avete visto quella folle che andava in giro con il cestino rosso, ecco quella ero io :)








Torta Rovesciata con Pere e Ananas (english version below)
30 g zucchero di canna panela
30 g burro
5-6 fette ananas (eliminare il torsolo centrale! Io non l'ho fatto ma è meglio)
280 g farina 00
10 g lievito in polvere
1/2 cucchiaino sale fine
150 g zucchero semolato
2 uova
120 g burro
1 cucchiaio cannella in polvere
180 ml latte
150 g pere a dadini e cotte*
Succo di mezzo limone

*Pere cotte
Mettere le pere in una casseruola antiaderente e versare sopra il succo di limone e mescolare.
Cuocere con il coperchio a fiamma media per circa 15 minuti, fino a che sono tenere.
Togliere il coperchio e cuocere altri 5 minuti, in modo che un pò del liquido evapori. Raffreddare

Pre riscaldare il forno a 180°C

Cospargere una teglia da forno rettangolare con lo zucchero di canna in modo che copra tutto il fondo.
Adagiare le fette di ananas e aggiungere il burro a fiocchetti
In una ciotola amalgamare con la frusta, la farina, il lievito, il sale e la cannella. Mettere da parte.
In una grossa ciotola o mixer, sbattere il burro e lo zucchero semolato fino a quando il composto è omogeneo, circa 2 minuti-
Aggiungere le uova, una alla volta, sbattendo bene dopo ogni aggiunta
Aggiungere la farina alternandola con il latte, sbattendo a velocità media.
Aggiungere le pere
Versare il composto nella teglia con l'ananas, facendo attenzione a coprire tutto l'ananas
Infornare e cuocere per 34-40 minuti o fino a quando bello dorato, facendo la prova dello stecchino al centro della torta.
Togliere dal forno e lasciare intiepidire per 5 minuti, quindi rovesciare sul piatto di portata.
Per facilitare il rovesciamento, appoggiare il piatto sopra la teglia e rovesciare
Raffreddare



Con questa ricetta partecipo al contest di Blueberry Muffin Bakery






Pear and Pineapple Upside-Down Cake
2 tbsp brown sugar
2 tbsp butter
5-6 slices fresh and cored pineapple (I didn't core it, but it is much better to do it)
2 cups all-purpose flour
1 tbsp baking powder
1/2 tsp salt
1/2 cup butter
3/4 granulated sugar
2 eggs
1 tbsp cinnamon
3/4 milk
1 cup diced and cooked pear*
Juice of half a lemon

*Cooked pears
Put the pear in a non-stick pot and pour over the lemon juice, and cook covered over medium heat for about 15 minutes, until tender. Uncover and cook another 5 minutes so that the liquid evaprates. Cool

Preheat oven to 350°F
In a rectangular pan sprinkle the brown sugar, put the pineapple and dot with the butter. Set aside
In a medium bowl combine flour, baking powder, salt and cinnamon

In a large mixing bowl beat butter and sugar until well combined, about 2 minutes.
Add eggs, one at a time, beating well after each addition
Alternatively add flour mixture and milk. Beat on low after each addition.
Add pears
Pour batter over prepared pan with pineapples, making sure to cover all the pineapple.
Bake about 35-40 minutes or until golden and wooden pick inserted in center comes out clean.
Take out and cool for 5 minutes, then invert pan on a platter: put the platter on the pan and flip over
Cool



giovedì 7 novembre 2013

Sbrinz and Pear Tart - Crostata salata con Sbrinz e Pere







Penso ancora a tutto quel buon Formaggio Svizzero che ho ancora a disposizione e che mi fa continuare con le mie sperimentazioni a base di questi formaggi.

Ho pensato alle panetterie francesi, le boulangeries, che quando entri, vieni immerso nei profumi, colori e visioni di pani, dolci e quiches di ogni genere.

Esci con il tuo prezioso bottino in un sacchetto e la baguette sotto il braccio.

E mangi la brioche ai lamponi, il pain au chocolat, le croissant aux amandes, e le quiche, magari ancora calduccine...

Per questa ricetta mi sono ispirata alle quiches, ma questa che propongo non è una vera quiche.
La si può gustare sia come antipasto usando delle pere poco mature, che come dolce con le pere molto mature, ma anche versione monoporzione, da passeggio.


Crostata salata con Sbrinz e Pere (english version below)
Ripieno
1/2 kg pere kaiser a dadini
Succo di mezzo limone
250 g ricotta
80 g Sbrinz grattugiato
2 uova
Sale e pepe
Pasta brisée
75 g farina 00
un pizzico di sale
95 g burro freddo di frigo a cubetti/tocchetti
3-4 cucchiai acqua fredda

Mettere le pere in una casseruola antiaderente e versare sopra il succo di limone e mescolare.
Cuocere con il coperchio a fiamma media per circa 15 minuti. Togliere il coperchio e cuocere altri 5 minuti, in modo che un pò del  liquido evapori. Raffreddare

Pre riscaldare il forno a 190°C.
In una ciotola amalgamare la ricotta e lo Sbrinz. Aggiungere le uova e mescolare bene. Aggiungere le pere, il sale e il pepe. Tenere da parte

In un'altra ciotola,  versare la farina e  il sale e amalgamare con una frusta, poi aggiungere il burro. Lavorare con i rebbi di una forchetta o tagliapasta fino a quanto si ottiene un composto "sbricioloso".
Aggiungere un cucchiaio di acqua alla volta e lavorare un pò di composto poco alla volta con i rebbi della forchetta.
Aggiungere l'altra acqua, sempre un cucchiaio alla volta,  fino a quando il composto sarà inumidito e più sodo e consistente.
Prendere l'impasto con le mani e formare uan palla. Stenderlo con un mattarello su di una superficie leggermente infarinata fino ad ottenere una forma arrotondata di circa 1 cm (la superficie è pari al fondo della pirofila più 2 cm di lato) e trasferire il disco in una pirofila di vetro rotonda del diametro di circa 28 cm.  Per facilitare il trasferimento, arrotolare il disco di pasta intorno al mattarello e srotolarlo nella pirofila
Premere l'impasto sul fondo e  intorno  ai bordi

Versare il composto con i formaggi e pere nella pirofila e distribuire su tutta la superficie.
Infornare e cuocere 20 minuti o fino a quando la superficie è bella dorata
Togliere dal forno e lasciare raffreddare.
Tagliare a fette e servire


Con questa ricetta partecipo al contest di Peperoni e Patate e Formaggi dalla Svizzera











Savoury Sbrinz and Pear Tart - Tortino salato con Pere e Sbrinz (english version below)
Filling
18 oz diced/chopped kaiser pears
Juice of 1/2 lemon
9 oz ricotta cheese
3 oz grated Sbrinz cheese
2 eggs
salt and pepper
Pastry
1-1/4 cup all-purpose flour
1/4 tsp salt
1/3 cup butter,  cold and diced
4 tbs cold water


Put the pears in a non-stick pan and pour over the lemon juice, and cook covered over medium heat for about 15 minutes. Uncover and cook another 5 minutes so that the liquid evaporates. Cool

Preheat the oven to 375°F

In a bowl cream together the ricotta and the Sbrinz cheese, then add the eggs and mix well. Add pears,  salt and pepper to taste. Set aside.

In another bowl, put the flour and salt and mix with a whip. Then add the butter. Using a fork or pastry blender, cut in butter until it resembles small crumbs.
Add a tablespoon of water and gently toss with a fork.
Add the remaining water, one tablespoon at a time until all the dough is moistened.
Form the dough into a ball
On a lightly floured surface, flatten the dough ball and roll into a circle. Wrap the pastry around the rolling pin,  transfer and unroll it into the pie dish. Press the pastry into pie plate and sides.
Transfer the cheese-pear filling to the pastry-lined pie dish and flatten with a spoon in order to cover all pastry.
Bake for 20 minutes or until the top is nice and golden
Take out of the oven and cool.
Cut in wedges and serve





martedì 5 novembre 2013

Torta di zucca con Streusel allo Zucchero di Canna - Pumkin Coffeecake with Brown Sugar Streusel



Come già annunciato nel precedente post, ho già cominciato con le  prime trasformazioni.
Ho già cominciato la transazione aggiungendo il nuovo nome del blog al vecchio.
Lo terrò così per un pò e poi eliminerò il vecchio e lascerò solo il nuovo, come si fa a Capodanno...

Ma niente fuochi o petardi, solo una torta.

Girando per Pinterest, sono stata fulminata da questa torta da mangiare a merenda, durante un tè o caffè, da qui il nome di coffeecake.
In questo periodo sono diventata un'accumulatrice seriale di zucche di tutti i tipi, da fare in qualunque modo (ne mangio uno, ne compro due!).
Ed ecco la torta, fatta con alcuni dei miei ingredienti preferiti: la zucca, l'uvetta, le spezie e lo zucchero di canna.
Ho raccolto le foglie di un Liquidambar Styracifula, che con i loro colori accendono l'autunno e decorato la torta
Buon Autunno





Torta di zucca con streusel allo zucchero di canna (english version below)
Liberamente intrepretata da una ricetta di  Portuguese Girl Cooks
Ingredienti per la torta
210 g farina 00
2 cucchiaini (8 g) lievito in polvere
1/2 cucchiaino (2 g)  bicarbonato di soda
2 cucchiaini (8 g) cannella in polvere
1/2 cucchiaino (2 g) zenzero in polvere
1 pizzico di noce moscata
1/2 cucchiaino (2 g) sale fine
115 g burro
220 g zucchero di canna panela
2 uova grandi
115 g purea di zucca*
120 g yogurt naturale
50 g uvetta

Ingredienti per la Glassa (che io non ho messo)
80 g zucchero a velo
1 cucchiaino essenza di vaniglia
1-1/2 cucchaini latte

Ingredienti per lo streusel
50 g farina 00
100 g zucchero di canna panela
1 cucchiaino cannella in polvere
1 pizzico sale fine
80 g burro, freddo di frigo e tagliato a cubetti
100 g noci tostate e tritate

Procedimento
Pre-riscaldare il forno a 180°C e imburrare uno stampo a cerniera di circa 22-25 cm di diametro
Streusel
In una ciotola, mescolare la farina, lo zucchero di canna, la cannella e zucchero con una frusta. Aggiungere il burro e usando una forchetta o tagliapasta, amalgamarlo insieme agli altri ingredienti fino a quando risulti in un composto granuloso e sbriciolato. Aggiungere le noci

Torta
In una ciotolo, mescolare la farina, il lievito, il bicarbonato, cannella, zenzero, noce moscata e sale con una frusta. Mettere da parte.
In un mixer o planetaria, sbattere il burro insieme allo zucchero di canna fino a quando sono ben amalgamati.
Aggiungere le uova, una alla volta.
Aggiungere la purea di zucca e yogurt fino a quando il composto è amalgamato
Aggiungere al composto, il contenuto della ciotola con la farina e poi l'uvetta. Il composto sarà molto denso.
Versare il composto nello stampo e cospargere con lo streusel
Cuocere per circa 50 minuti e fare la prova dello stecchino.
Togliere dal forno e raffreddare per 15 minuti prima di togliere la torta dallo stampo
Se si vuole glassare la torta, intingere una forchetta o frusta nella glassa e formare delle sottili striscioline lungo la torta

Glassa
In una piccola ciotola, con la frusta sbattere lo zucchero a velo, essenza di vaniglia e latte fino a quando ha una consistenza liscia e omogenea

Note: nella ricetta originale, la torta viene decorata con la glassa: io non l'ho messa, visto che lo streusel è già dolce di per sè e secondo me, a parte una funzione puramente decorativa, non era necessaria.
La torta è di consistenza compatta e spugnosa
Si mantiene bene per 1 settimana a temperatura ambiente, e migliora con il  passare del tempo





Con questa ricetta partecipo al contest di Menta e Cioccolato




E al contest di Giorni senza fretta




Pumpkin Coffeecake with Brown Sugar Streusel
Streusel
1/3 cup all-purpose flour
1/2 cup packed light brown sugar
1 tsp ground cinnamon
Pinch of salt
5 tbsp cold, unsalted butter, cut into small chunks
1 cupo chopped, lightly toasted walnuts

Cake
1-1/2 cup all-purpose flour
2 tsp baking powder
1/2 tsp baking soda
2 tsp ground cinnamon
1/2 tsp ground ginger
1/4 ground nutmeg
1/2 tsp salt
1/2 cup unsalted butter
1 cup packed light brown sugar
2 large eggs
1/2 cup plain yogurt
1/2 cup pumpkin puree
1/3 cup raisins

Glaze
1/2 cup powdered sugar
1 tsp vanilla extract
1-1/2 tsp milk

Preheat oven to 350°C.
Butter a 9-inch spring form pan
Streusel
In a small bowl, combine flour, brown sugar, cinnamon and salt. Cut in the butter using a pastry cutter or a fork, until coarse crumbs have formed. Mix in the toasted walnuts

Cake
In a medium bowl, whisk together flour, baking powder, baking soda, cinnamon, ginger, nutmeg and salt.
In a mixer, beat butter and brown sugar until well combined. Beat in the eggs, one at a time.
Add pumpkin puree and yogurt just until combined. Fold in the flour mixture and raisins. The batter will be thick.
Pour the batter in the prepared pan and top with the streusel topping.
Bake for about 50 minutes or until a toothpick inserted comes out clean.
Cool in the pan for about 15 minutes and then remove and cool
Drizzle over the glaze with a fork or whisk

Glaze
In a small bowl whisk together the powdered sugar, milk and vanilla. Whisk until smooth

Notes: I did not add the glaze from the original recipe , since it is already very sweet due to the streusel
The cake is very dense and sponge-like
The cake keeps up to 1 week at room temperature and it's even better the day after
You may find the original recipe at Portuguese Girl Cooks