lunedì 29 luglio 2013

Caldo.....Orata al forno con lime e cipolla rossa e vinaigrette


Caldo
Annaspare nell'umido per trovare un pò di sollievo....magari in collina. In piscina.

E' quello che ho fatto ieri in preda alle allucinazioni: vedevo montagne innevate con il cielo azzurro, spiaggie ombreggiate deserte,  le zucche di Halloween........e allora via! !

Mi sono regalata una gita in collina, un tuffo in piscina, la brezza fresca, sole e cielo azzurro!

Poi il ritorno nell'afa, il cielo grigio di umido, le cicale assordanti e litri e litri di acqua da bere..

Accendere il forno non è il massimo, ma ho fatto un'eccezione per queste orate, belle fresche e profumate di mare.


Orate al forno con lime e cipolla rossa e vinaigrette (english vesion below)
per 4 persone
2 orate grandi o 4 piccole
1 cipolla rossa media
2 lime
Pepe nero
Sale grigio
Olio evo

Scaldare il forno a 180° C (ventilato).
Pulire ed eviscerare le orate o fatelo fare al pescivendolo.
Lavare e asciugare le orate.
 Inserire 2 spicchi di lime (1 solo se le orate sono piccole) e 2 di cipolla (1 se le orate sono piccole)  nella cavità dell'orata.
Adagiarle su una placca o teglia precedentemente rivestita con carta da forno e versare sul pesce un filo d'olio.
Cuocere circa 20 minuti.

Mentre il pesce cuoce preparare la vinaigrette.
Versare il succo dell'altro lime in una scodella dai bordi alti insieme al sale, pepe e l'olio (poco più della quantità del succo) e mettere da parte.
Emulsionare solo al momento di servire con il pesce
Quando il pesce è pronto, sfilettare e servire nei piatti  versandoci sopra qualche cucchiaio di vinaigrette.



Gilthead with lime, red onion and vinaigrette
ingredients for 4 persons
2 big giltheads or 4 small ones
1 medium red onion
2 limes
Black pepper
Grey salt
Extra vigin olive oil

Preheat oven to 180° C
Have the fishmonger clean your fish (or do it yourself).
Wash and pat dry the fish
Insert 2 slices of lime (1 if the fish is small) and 2 of onion (1 if the fish is small) into the fish cavity.
Put the fish on a baking sheet previously covered with parchment paper and pour a little oil over the fish.
Bake for approx. 20 minutes.
While the fish is cooking, prepare the vinaigrette.
Pour the lime juice in a bowl  and add the salt, pepper and oil (slightly more that the juice) and set aside. Whisk these ingredients just before serving.
When the fish is ready, serve the fillets on a dish for each person and pour a couple of spoonfuls of vinaigrette over them









giovedì 25 luglio 2013

Le danze e l' Orzo estivo al lime, olive, pomodoro e menta



Qualche sera fa ho assistito all'inaugurazione di un torneo di baseball per ragazzi e bambini: gli inni e i discorsi .

Poi era previsto uno spettacolo di danza... e che danze! Pensavo di andare via dopo i discorsi ed invece sono rimasta incollata sugli spalti dello stadio per più di un'ora ad applaudire questi ragazzi e ragazze!

Un gruppo proveniva dalla Turchia e hanno proposto musiche e  danze indossando i vestiti tradizionali di varie regioni .

L'altro veniva dall'Ucraina con musiche, danze e vestiti tradizionali, variando con un  rock 'n roll acrobatico eccezionale!

Ragazzi e ragazze molto giovani, ma già ballerini provetti: i ragazzi ucraini hanno anche proposto un balletto classico.

Una passione che ha alle spalle anni e anni di duro allenamento ed esercizi quotidiani.

Complimenti ancora a tutti



Orzo estivo al lime, olive,  pomodoro e menta (english version below)
Per 4 persone
1 pugno chicchi di orzo perlato per persona + 1 per la pentola
1 grosso pomodoro cuore di bue, maturo a cubetti
10 olive nere al forno, denocciolate e tagliate a pezzetti
1 manciatina di menta fresca (o secca), tritata
Scorza di 1 lime a julienne
Succo di 1/2 lime
Olio evo
Sale di Cervia
Cuocere l'orzo  fino a quando i chicchi risultano cotti e leggermente croccantini
Scolare
Mentre l'orzo cuoce, preparare il condimento.
In una grande terrina, mescolare insieme il pomodoro, la menta, le olive, la scorza e il succo dei lime, sale e olio.
Aggiungere l'orzo e mescolare il tutto.
Servire freddo o a temperatura ambiente

Note:  per una versione glu-free, usare farro





 Con questa ricetta partecipo al contest di Kucina di kiara




Summer barley salad with lime, black olives, tomato and mint
Ingredients for 4 persons
1 handful of barley for each person,  plus 1 for the pot
1 big red and ripe tomato, cubed
10 black oven toasted olives, pitted and chopped
1 small handful of fresh (or dried) mint, chopped
1 zest of a lime, shredded julienne style
1/2 lime, juice
Extra virgin olive oil
Salt

Cook barley according to package until done and slightly chewy. Drain water and set aside, covered.
While the barley is cooking, prepare the dressing.
In a big bowl, mix together the tomato, the mint, the olives, the lime zest and juice, salt and oil.
Add the warm barley and toss to combine all ingredients.
Serve cold or at room temperature

Note: for a glu-free version use farro









lunedì 22 luglio 2013

Caprino e acciughe su purea di carote


Mi piace molto il pesce azzurro, in particolare le acciughe.
Dopo aver attinto a piene mani dalla raccolta di Poveri ma belli e buoni, volevo anche io contribuire con una piccola ricetta.


Caprino e acciughe su purea di carote

Ingredienti per 4 persone

400 gr carote
2 caprini di latte vaccino
8 acciughe sotto sale*
Sale fine q.b.
Olio evo q.b.
Curry in polvere


Lavare, pelare e tagliare a pezzettoni le carote.
Bollirle in acqua fino a quando sono molto tenere.
Quando sono pronte, scolarle (tenere da parte un pò di acqua di cottura) e ridurle a purea con un frullino ad immersione. La purea deve essere compatta ma non dura: se lo fosse aggiungere l'acqua di cottura delle carote tenuta da parte.
Aggiungere un pizzico di sale: non ce ne vuole tanto, visto che ci sono le acciughe che sono già abbastanza salate.
Versare alcuni cucchiai  di purea sul piatto di portata per ciascun commensale ed allargare con il dorso del cucchiaio
Adagiare mezzo caprino sulle carote.
Adagiare 2 acciughe sul caprino (io ne ho messo uno, ma 2 sono decisamente meglio!)
Versare sopra il tutto un filo d'olio
Spolverare con il curry
Servire come piccolo antipasto


*disliscare le acciughe e togliere il sale. Adagiare i filetti in una ciotola con dell'aceto e lasciare riposare 1 ora circa. Trascorso questo tempo, sciaquare i filetti e asciugare con della carta assorbente







Con questa ricetta contibuisco alla raccolta di Poveri ma belli e buoni








giovedì 18 luglio 2013

Summer savoury herb /muffins/rolls - Muffin salati alle erbe estive



Nonostante sia estate piena e dovrei affidarmi più al frigo che non al forno, sono stranamente attratta da ricette autunnali/invernali.
Forse perchè non fa il solito caldone torrido e umido
Forse perchè ho la mente più libera dopo mesi di lavoro intenso
Forse perchè ho solo voglia di una coccola in più

Mi trattengo dal preparare stufati, torte al cioccolato e sformati,ma ho avuto voglia di preparare questi muffin-paninetti alle erbe estive, usando erba cipollina e prezzemolo

Però, una bella polentina fumante.........





Muffin salati alle erbe estive (english version below)
1 bustina di lievito di birra secco
470 ml acqua calda
120 gr farina auto livitante
400 gr farina 00
80 ml olio evo
1/2 tazza erba cipollina tritata
1/4 tazza prezzemolo tritato
30 gr zucchero semolato
1 uovo, sbattuto






Preriscaldare il forno a 200° C
Mecolare insieme lievito e acqua. Lasciare riposare 5 minuti.
Aggiungere la farina e il resto degli ingredienti.
Con il cucchiaio, riempire 12 pirottini per muffin nello stampo apposito.
Cuocere in forno per 20-22 minuti o fino a quando sono belli dorati



Note: la ricette originale prevedeva solo farina autolievitante (farina con l'aggiunta di lievito chimico), che io ho drasticamente ridotto .



Con questa ricetta (se me l'accettano!) partecipo alla raccolta Panissimo ideato ed organizzato da Indovina chi viene a cena e My italian smorgasbord
Questo mese è ospitato da Indovina chi viene a cena






Summer savoury herb muffins/rolls
1 envelope active dry yeast
2 cups warm water
1 cups self-rising flour
3 cups all-purpose flour
1/3 cup extra vigin olive oil
1/2 cup chopped fresh chives
1/4 cup chopped fresh parsley
3 tbsp sugar
1 large egg, beaten
Preheat oven to 400° F
Combine yeast and water in a large bowl and let stand 5 minutes.
Stir in flour and remaining ingredients.
Spoon batter into muffin cups in 2 6-cup muffin pans.
Bake  for 20 to 22 minutes or until golden brown





venerdì 12 luglio 2013

La valigia della nonna e la Torta con farina di mais, limone e lime - Lemon-lime cornmeal cake







Quando mia nonna Mary veniva a trovarci, solitamente 2 volte l'anno in primavera e in autunno, ci portava un paio (a volte di più) di valigie stracolme di regali.
Erano tempi in cui in aereo potevi portare quasi tutta la casa!
Una volta si è presentata con un paio di pacchetti di wuerstel perchè quelli che c'erano qui non le piacevano.
Un'altra volta si è portata 2 polli. Crudi.....Il tutto dopo controllo doganale!
Nelle sue valigie gonfie e pesanti c'era di tutto: caramelle, chewing gum, cioccolate, marshmallows, barattoli di baked beans, zuppe (cream of tomato soup) e pasta (Spaghetti-Os), gelatine di frutta in polvere (Jell-O), insomma di tutto.
Aspettavo di salutarla e poi il consenso di aprire le valigie: era come a Natale!
Mangiavo tutto quelle golosità e pensavo con nostalgia alla mia casa dall'altra parte dell'Atlantico, immersa nel verde.
Quando c'era lei era una pacchia! Sabato mattina andavamo in centro dalla parucchiera, poi passavamo dal negozio di dischi, dall'edicola e poi in pizzeria: potevo comprare e mangiare tutto quello che volevo!
Passavano gli anni e lei veniva sempre meno, fino ad uno stop permanente.
Dopo andavo io ad andarla trovare, ma non più nella sua casa, ma in un casa di riposo con tutti comfort.  Il suo passatempo preferito, oltre che fumare, giocare a carte e leggere, era controllare se sul tavolino vicino l'ingresso della sala da pranzo c'era una rosa: voleva dire che un ospite se n'era andato...
Oppure criticare ad alta voce le dimensioni delle persone che le passavano accanto o quanto la fila del supermecato fosse lenta.
Oppure dire ad alta voce con tanto di dito puntato, chi era chi all'interno della struttura (le 2 sorelle tedesche, la sorella del Dr. B. Spock, il pediatra)...uno spasso!

Con tutti questi pensieri sparsi, ieri sera nonstante l'ora tarda, ho preparato una torta.
Il vento entrava dalle finestre, ed era piacevole e fresca.
Ho scelto la ricetta (liberamente tratta dalla rivista USA Woman's day), preparato gli ingredienti e acceso il forno

Torta con farina di mais, limone e lime (english version below)
260 gr farina 00
140 gr farina di mais
2 cucchiaini lievito in polvere
1/2 cucchiaino bicarbonato
1/2 cucchiaino sale fine
200 gr burro morbido a temperatura ambiente
300 gr zucchero semolato
1 cucchiaio zesta di lime grattugiato
3 lime, il succo
4 uova grosse
1 tazza di yogurt naturale

Glassa
200 zucchero semolato
2 limoni, il succo

Preriscaldare il forno a 170° C
Imburrare uno stampo a cerniera a ciambella
In una ciotola mecolare le farine, il bicarbonato, il lievito e il sale con la frusta. Lasciare da una parte.
In un altra ciotola grande o nel mixer, sbattere il burro insieme allo zucchero.
Aggiungere la zesta e il succo di lime e sbattere ancora.
Aggiugere le uova, una per una, amalgamandole nell'impasto.
Aggiungere lo yogurt alternando con le farine fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Versare nello stampo, livellare l'imposto e cuocere 55 a 65 minuti. Fare la prova dello stecchino.
Quando è pronta, tirare fuori dal forno e lasciare raffreddare.
A parte in una ciotola sbattere con una frusta lo zucchero e il succo di limone.
Facendo molta attenzione, roveciare la torta ancora calda su un piatto e versarci sopra la glassa.
Lasciare raffreddare.



Impasto nello stampo pronto per essere infornato



Torta appena sfornata







Note: la ricetta originale prevedeva molto più zucchero nell'impasto: io l'ho notevolmente ridotto vista la copertura con la glassa
La ricetta dice di estrarre la torta ancora calda: fare molta attenzione a staccarla bene e rovesciarla su un piatto, perchè se è troppo calda, tende a sfarsi, dovuto alla presenza della farina di mais
E' un dolce che si mantiene 3-4 giorni a temperatura ambiente
Se la si mette in frigo si mantiene più a lungo ed è ottima fresca




Con questa ricetta dolce partecipo a Get an Aid in the Kitchen del blog Cucina di Barbara









Lemon-lime cornmeal cake
2 cups all-purpose flour
1 cup yellow cornmeal
2 tsp baking powder
1/2 tsp baking soda
1/2 tsp salt
1 cup unsalted butter, softened at room temperature
1 1/2 cups sugar
1 tbsp grated lime zest
1/4 cup lime juice
4 large eggs
1 cup plain yogurt

Sugar Glaze
1 cup sugar
1/3 cup lemon juice

Heat oven to 325° F (170° C)
Butter a Bundt pan
In a bowl whisk together flour, cornmeal, baking powder, soda and salt. Set aside.
In another bowl, beat together butter, sugar. Then add the lime zest, lime juice.
Add, one at a time, the eggs.
Add the yogurt and the flour mixture alternately and beat until smooth
Pour in the prepared pan and bake 55 to 65 minutes.
While the cake is cooling, prepare the glaze by whisking together the sugar and lemon.
Transfer the cake from the pan and put on a plate, then pour the glaze over it
Let cool
It will keep for about 3 or 4 days at room temperature or longer in the fridge.
Be careful when you transfer the cake out of the pan: if it's too hot is may crumble a litte, due to the cornmeal









mercoledì 10 luglio 2013

Risotto con i fiori di zucchino per Siena & Stars - Zucchini flower risotto



Il fiore di zucchino. Questo fiore che nasce da una pianta che punge e con foglie enormi.
Che fluttua leggiadra nel vento caldo dell'estate.
Con sottofondo un concerto di cicale durante il giorno e dei grilli durante la notte.
Un fiore che balla sulle note dolci, tranquille e melodiose di un pianoforte, sentito a distanza.
Come la musica di Ludovico Einaudi.



Risotto con i fiori di zucca (english version below)

3 zucchini medi affettati a rondelle sottili
20 fiori di zucchino mondati e privati del pistillo, poi grossolanamente tritati
1/2 cipolla bionda tritata
1 pugno di riso vialone nano a testa più 1 per la pentola
brodo vegetale o acqua, bollente
olio di oliva extra vergine
parmigiano reggiano grattugiato
sale q.b.


In una casseruola scaldare l'olio e quando è caldo aggiungere la cipolla e gli zucchini e fare rosolare, mescolando spesso, fino a quando le verdure sono morbide.
Aggiungere i fiori di zucchino e rosolare per circa 5 minuti.
Aggiungere il riso e tostare insieme alle verdure per circa 2-3 minuti.
Aggiungere un pò di brodo/acqua alla volta, fino a fine cottura del riso.
Aggiungere il formaggio e volendo, un pizzico di sale
Servire caldo

Note: non ho voluto esagerare con gli zucchini, perchè volevo si sentisse pienamente il profumo e sapore dei fiori.
Sempre per non alterare i fiori, non ho mantecato con burro, ma ho aggiunto solo un pò di parmigiano.
Può diventare vegan, omettendo il formaggio.
Avendo usato tutti i fiori, non ho potuto metterli nel piatto come decorazione, ma pensavo di metterne di freschi  (al massimo leggermente saltati) e non fritti, perchè questi ultimi alterano il gusto del risotto.




Con questa ricetta partecipo al contest di Andante con gusto per Siena and Stars





English version

Zucchini flower risotto

3 medium zucchini sliced in rounds
20 zucchini flowers, washed and with stem cut out, then coarsly chopped
1/2 onion, minced
1 handful of rice "vialone nano" for each person and 1 more for the pot
vegetable broth or water, hot
extra virgin olive oil
grated parmigiano reggiano
salt

 In a saucepan heat the oil and when it's hot add the onion and zucchini and sauté stirring often until done.
Add the flowers and sauteé 5 more minutes.
Add the rice and sauteé for about 2-3 minutes, then add the broth/water until the rice is cooked.
At the end add the cheese and if needed a little salt
Serve warm


 Notes: I deliberately did not add too many zucchini since I wanted to saveur the flavor of the flowers
I did not add any butter but only a little cheese
I can be a vegan dish, without the cheese
I wanted to add a few flowers for decoration, but I had used them all. However in my opinion the flowers must be fresh (or lightly sauteéd) and not fried.

mercoledì 3 luglio 2013

Creamy crunchy leeks (gratin di porri) per lo Starbooks di Luglio






Tra le deliziose ricette proposte dallo Starbooks, questa volta ne ho voluto provare di Jamie Oliver.
Ho preso la ricetta dal bellissimo blog Vissi d'arte e di cucina con le mie modifiche tra parentesi
Creamy Crunchy Leeks (gratin di porri)

ingredienti per 4 persone:

1 fetta di bacon affumicato (o pancetta) a dadini

2 cucchiai di olio d'oliva

1 foglia d'alloro fresco (non l'avevo...)

350 g di porri

sale e pepe di mulinello

250 ml di brodo di pollo

5 cucchiai di panna fresca

50 g di formaggio grattugiato (io ho usato parmigiano e emmenthaler)

1 spicchio d'aglio sbucciato

3 grosse fette di pane bianco raffermo senza crosta (circa 50 g) (2 panini all'olio, raffermi)

le foglioline di un mazzetto di timo fresco (non l'avevo)

 Trascrivo la ricetta così com'è scritto sul blog di Cristina:

Mondate e lavate i porri e tagliateli a pezzi. Se trovate i teneri porri novelli potete lasciare i pezzi un po' più grandi, se invece avete i porri normali tagliateli finemente.

Scaldate una padella a fuoco medio. Metteteci l'olio d'oliva, il bacon e la foglia d'alloro e soffriggete per qualche minuto fino a leggera doratura.
Aggiungete i porri, salate e pepate generosamente e mescolate. Versate il brodo e la panna fresca, portate a ebollizione e fate sobbollire per circa 10 minuti o poco più. A questo punto spegnete, togliete l'alloro e aggiungete la maggior parte del formaggio grattugiato (io ho usato metà parmigiano e metà emmentaler). Il composto risulterà ancora abbastanza liquido: va bene così, poiché si addenserà durante la cottura in forno.

Nel frattempo mettete il pane raffermo, lo spicchio d'aglio sbucciato) e le foglioline di timo nel mixer e con la funzione a impulsi riducete il tutto in grosse briciole.

Trasferite i porri in una pirofila bassa di circa 20x25 cm (io non l'ho imburrata), spolverizzateci sopra le briciole di pane aromatizzato e il formaggio rimanente e cuocete in forno già caldo a 200°C per 30-40 minuti, finché la superficie risulta dorata e croccante.


 Miei commenti:
-è un ricetta veloce e facile da fare
-la crosticina è bella croccante e gustosa
-è piaciuto molto ai miei figli!!!




Con questa ricetta partecipo allo Starbooks di Luglio

 

martedì 2 luglio 2013

Firenze, le Blogalline ed il cheesecake con lime e marmellata di ciliegie




Perchè no? Tanto sono in zona. Devo solo trovare il modo di arrivare in Piazza Santa Maria Novella.
Ce l'ho fatta. Entro nella piazza.
Tante persone e tanti piccoli gruppi.
Dove saranno quelli con cui ho un "blind date", un appuntamento al buio?
Cammino, guardo, mi fermo. Cerco. Mi ri-guardo intorno.
Sempre un sacco di gente, di gruppi, di ragazze. Si fermano, si fotografano, si spostano e vanno via. Arrivano altri e fanno la stessa cosa.
Poi, vedo un gruppetto che non si sposta dalla scalinata davanti alla chiesa. Sono sempre lì.
Saranno loro?
Mi fermo e osservo questo gruppetto. Poi vedo un altro gruppetto che si unisce.
Mi avvicino stile Pantera Rosa, per non farmi notare.
Sono troppo vicina per andare via.
"Siete le galline?" (e che cavolo, non sono mica in un pollaio, mi dico!).
Si
Era la Sandra :)
Fiuuuuuuuuuuuuu...dai, almeno ho centrato il gruppo giusto anche se la domanda non era proprio azzeccata!!!
Dopo questa presentazione, mi sono messa  in disparte, un pò quando andavo per la prima volta ad un corso e molte persone si conoscevano già. Mi mettevo in un angolino e aspettavo che cominciasse la lezione.
Poi si ingrana e si passeggia mangiando un panino al volo, chiaccherando un pò con tutti. E' stato bellissimo incontrare amiche virtuali, che virtuali non sono più.
Grazie ancora a Sandra e Berry per aver organizzato una così bella giornata!







Cheesecake con lime e marmellata di ciliegie

La ricetta è questa con la differenza che ho sostituito la buccia del limone con quello di lime e ho aggiunto dei cucchiaini di marmellata di ciliegie (fatta da me) come decorazione
Aggiunta: come giustamente chiede Clara, la marmellata va aggiunta prima di infornare







Ps grazie a Sandra per il delizioso ciondolino e Berry per il frosting rosso che ho subito usato per una torta di compleanno!!!!