venerdì 13 dicembre 2013

Cinque e Cinque La Torta di Ceci - Chickpea/Garbanzo bean savoury cake - Gluten Free


La torta di ceci o cecina o farinata, l'ho sempre comprata ai forni e panifici: perfetto street food.
Mi emoziono quando vedo che la cecina è appena stata sfornata ed è bella calda.
E penso che tra qualche minuto avrò in mano un cartoccio, un pò unto, con dentro questa "focaccina" densa e saporita.....me la mangerò e assaporerò piano piano il gusto sapido dei ceci e del sale e il profumo del rosmarino che lo accompagna così bene.
Visto che mi piace così tanto, ho deciso di provare a farlo anche io.
Sfogliando i piccoli libriccini de  "I Mangiari" "La vera cucina livornese", ho trovato la ricetta che ho provato e gustato assai!
Dal libriccino "La torta più del castagnaccio, croccante e morbida insieme, taglata a fette generose nella teglia rotonda, servita su quadrati di carta gialla, e, meglio ancora, in mezzo a un filoncino di pan francese diviso in due. Era il famoso "cinque e cinque", cinquanta centesimi di pane e cinquanta di torta". Da qui il nome "cinque e cinque".
Una precisazione, anche riportata nel libriccino: "la torta di ceci, altro non è che la "farinata", vanto della cucina popolare ligure e soprattutto genovese. Adottata con entusiasmo dalla Toscana litoranea, ha trovato a Livorno la sua seconda patria. I livornesi l'hanno chiamata torta, semplicemente".


PS Ci si può emozionare davanti a una torta di ceci calda? Io si :)


Torta di Ceci (english version below)
ingredienti per 6-8 persone
500 g Farina di ceci
1 1/2 lt acqua
1 cucchiaio olio evo + 2
Sale
Rosmarino
Pepe nero

Versare la farina di ceci in una ciotola e stemperare lentamente con l'acqua, mescolando con una frusta in modo che non si formino grumi.
Mescolare fino a quando il composto è omogeneo.
Aggiustare di sale e aggiungere l'olio e il pepe.
Lasciare riposare in un ambiente non umido, lontano da fonti di calore per circa 4 ore e anche di più.
Riscaldare il forno a 180° C
Ungere una teglia (35X23 cm) con  olio. E' preferibile usare una tegli di rame zincato (io ho usato una teglia di ferro smaltato).

Versare il composto nella teglia, aggiugere il rosmarino e i rimanenti 2 cucchiai di olio e infornare per circa 30 minuti. Tirare fuori dal forno quando la superficie si è increspata e leggermente abbrustolita.




Cito di nuovo il libriccino "A questo punto tagliatene una bella fetta fumante, adagiatela su un quadrato di carta gialla come ai tempi del mì babbo, spruzzatela con il pepe nero macinato, soffiate e mangiate, che buon prò vi faccia!"


Note: se cucinate per un celiaco, assicuratevi di usare tutti i prodotti con l'immagine della spiga barrata - gluten free

Con questa ricetta partecipo al 100% Gluten Free (fri)Day




Chickpea/Garbanzo bean savory cake
3 1/2 chickpea/garbanzo bean flour
4 1/2 cups water
1 tbs extra virgin olive oil + 2 tbs for greasing the pan
Salt
Rosemary leaves
Ground black pepper
Pour the chickpea/garbanzo bean flour in a bowl and slowly add the water, mixing with a whisk until smooth
Add oil, pepper and salt. Mix well
Let rest in a dry place (not warm or humid) for about 4 hours or more
Pre-heat oven to 350° F

Brush with the remaining oil, a copper or iron pan
Pour the chickpea/garbanzo bean mixture in the pan, add the rosemary and remaining oil and bake for about 30 minutes.
Take out of the over when the cake is golden
Cut in squares and enjoy it warm!

8 commenti:

  1. che bella la storia del nome! calda e profumata dev'essere il massimo!

    la teglia quanto è grande? non hai usato carta forno?
    ciao :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione! Metto subito le dimensioni! :)
      No, ho solo unto bene la teglia. Magari con la carta da forno viene più legggera.... ;)))

      Elimina
  2. Eccome se ti capisco, non solo mi emoziono anche io, ma pure i miei figli che da quando sono stati a Genova me la chiedono in continuazione!
    Grazie mille per il tuo preziossissimo contributo al 100% GFFD! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono dei buongustai ;)
      Per me è un piacere e mi stimola molto a provare anzi osare, ricette nuove! :)

      Elimina
  3. E pure io mi emoziono e non finirei più di mangiarla: una teglia non basta mai!
    Grazie per aver partecipato al 100%GFFD!
    Ti aspettiamo venerdì....per un'altra emozione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per essere passata! Ma davvero: ormai la preparo una volta alla settimana! Per me è un grandissimo piacere partecipare al GFFD! :)

      Elimina
  4. Ciao è un piacere conoscerti! Ho visto che anche tu sei una bloggallina come me! :-)
    Mi piace molto questa ricetta e credo mi sarà utile perchè ho un amico che da poco ha scoperto di essere celiaco e non so mai cosa preparargli!
    Complimenti perchè mi sembra ti sia venuta benissimo!
    Un saluto
    Giudy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Piacere di conoscerti! Se hai bisogno di spunti per la cucina gluten free, aprofitta della raccolta sul sito http://glutenfreetavelandliving.over-blog.com/, troverai tantissime idee!
      Ciao

      Elimina