venerdì 14 giugno 2013

Torta di ciliegie




Domenica scorsa sono andata alla ricerca di ciliegie.
Sono capitata in un posto dove la specialità è proprio la ciliega: Vignola.
Lungo la strada, alberi di ciliegie dappertutto e stand di venditori ogni 50 metri!


Mi sono fermata ad uno stand e assaggiato, toccato, ammirato le ciliegie e i  secchi ricolmi di ciliegie, appena colte e pronte da selezionare e mettere nelle scatole, e poi in vendita.
Già che c'ero ho fatto scorta di albicocche, ma questa è un'altra storia.....

A Vignola, poi c'erano altri stand dove venivano vendute le ciliegie,ma io avevo già fatto il pieno (burp!!).






Peccato per la pioggia ed il freddo, altrimenti sarebbe stata una giornata ancora più bella, ma non mi lamento, visto che ho avuto un incontro ravvicinato con una torta Barozzi, ma anche questa, è un'altra storia...

Appena l'ho vista qui, l'ho subito voluta provare. La ricetta originale arriva da qui con alcune minime modifiche

Torta di ciliegie e olio d’oliva extra vergine

    • 250 gr di farina 00
    • 80 gr di zucchero + un cucchiaio
    • 40 di zucchero muscovado (io ho usato panela)
    • 3 uova
    • 2 cucchiai di fecola di patate
    • 2 cucchiaini di lievito in polvere
    • 40 gr di acqua (più altri 40 gr circa)
    • 100 gr di olio extra vergine d’oliva
    • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia
    • 2 cucchiai di brandy
    • 25/30 ciliegie
Separare i tuorli dagli albumi e mettere i tuorli in un lungo bicchiere per mixer ad immersione. Versando a filo l’olio extravergine, emulsionare tuorli ed olio fino ad ottenere un composto piuttosto compatto ma ancora cremoso (una maionese quasi solida). Mettere l’emulsione nella ciotola della planetaria insieme agli zuccheri e montate con le fruste fino ad ottenere una crema spumosa. Aggiungere l’essenza di vaniglia quindi continuando a mescolare a bassa velocità, versare le polveri setacciate (farina, fecola e lievito). Il composto sarà piuttosto duro. Versate l’acqua e due belle cucchiaiate di brandy. Continuare ad impastare. Accendere il forno a 180°.





Denocciolare le ciliegie e tagliarle a metà. Montare gli albumi a neve. Aggiungere una cucchiaiata di albume nel composto ed incorporarlo velocemente con una spatola, quindi aggiungere il resto, questa volta con estrema delicatezza per non farlo smontare. Imburrare ed infarinare una tortiera a cerniera da 20 cm e versarci metà dell’impasto. Distribuire metà delle ciliegie e ricoprire con il resto dell’impasto. decorare con le ciliegie la superficie distribuendole in maniera regolare. Una volta decorata la torta, cospargere la superficie con lo zucchero rimasto e mettere in forno. Cuocere per 50 minuti circa. Fare la prova stecchino: la torta non deve asciugarsi troppo ma lo stecchino deve uscire pulito.
Note personali: dopo l'aggiunta delle polveri ed in liquidi, ho ottenuto un composto molto asciutto, quasi polveroso, quindi ho aggiunto, poco alla volta, dell'altra acqua






Last but not least, ringrazio La mia cucina improvvisata per il bel premio, e come sempre la invio a tutte le amiche che hanno un blog che seguono con passione e divertimento



2 commenti:

  1. Ciao cara, mamma mia non riesco a immaginare tutte quelle ciliegie in quella torta!!!!!
    ma lo sai che anche io una volta ho assaggiato la Barozzi e ne sono rimasta estasiata?! si scioglie in bocca!!!
    ma la tua torta non e' da meno mi piace un sacco e non ho mai provato a metterci l'olio d'oliva me la segno!!!
    un bacione e buon fine settimana

    RispondiElimina
  2. O mamma, tutte quelle ciliegie!!
    In questo momento ho per le ciliegie lo stesso blocco che avevo per le fragole, le riesco a consumare solo crude, proprio non durano per essere utilizzate in qualche altra preparazione, finiscono tutte nella mia bocca! ;)

    RispondiElimina