venerdì 20 gennaio 2012

Polenta stiada

Questa è una ricetta semplice e non più povera (visto i sughi che ho usato qui) che mangiavano i miei trisnonni che vivano in montagna, più precisamente vicino a Villa Minozzo (Re).
Noi abbiamo continuato a preparare questo piatto come tradizione e divertimento: si, perchè la polenta stiada si porta in tavola proprio così, su un asse di legno.
A tavola niente piatti, solo forchette o cucchiai e tante persone affamate che mangiano direttamente dal "piatto" di legno.

Preparate la polenta come da indicazioni sulla confezione (va bene sia la polenta tradizionale che la istantanea).
A parte preparate uno o più sughi. In questo caso sugo con salciccia e fonduta di Asiago con tartufo nero.

Sugo di salciccia
1 cipolla dorata tritata
2 salcicce a pezzettoni
1 kg pomodori pelati in scatola
olio q.b.
sale q.b.

Soffriggete la cipolla e la salciccia in una pentola dai bordi alti, cercando di ridurre la salciccia in piccoli pezzettini con l'aiuto di un mestolo di legno.
Dopo circa 5 minuti aggiungete i pelati e aggiustate di sale.
Fate cuocere 1 1/2 circa


Fonduta di Asiago con tartufo nero
50 gr burro
1/2 lt latte
1 cucchiaio di farina
300 gr Asiago tagliato a quadratini
2 tarfufi neri
sale q.b.
Fate sciogliere il burro in una pentola. Aggiungete la farina e poi stemperate con il latte.
Aggiungete l'Asiago. Quando il composto si sarà addensato, grattugiate 1 dei tarfufi e aggiustate di sale


Preparazione della Polenta stiada
Versate la polenta pronta su un asse di legno pulito o un tagliere. Versare su metà polenta, il sugo di salciccia e aggiungere, se desiderato, una spolverata di Parmigiano.
Sul''altra metà versare la fonduta e grattugiare a lamelle il secondo tarfufo

Con questa ricetta partecipo al contesta di Pensieri e Pasticci per la categoria Primi Piatti
http://pensieriepasticci.blogspot.com/2012/01/il-mio-primo-contestcera-una-volta.html




6 commenti:

  1. Grazie di cuore, proprio una ricetta perfetta per il contest!
    Un abbraccio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  2. grazie per questa golosa ricetta, appena avrò occasione la proverò!:)
    a presto!
    Barbara

    RispondiElimina
  3. Ma che bella polenta!!Grazie per la visita e piacere di conoscerti, ciao Flavia

    RispondiElimina
  4. Ciao...casualmente mi sono imbattuta nel tuo blog.... ma sei di Trenton?
    Io ho vissuto per un po di tempo tra la pennsilvanya ed il New Jersey...le mie zone? Newtown, New Hope, Lambertville, Doylestown... ti suonano familiari?
    Ciao Alessandra

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutte per i comment
    @Simona:grazie a te per il tuo bel contest
    @Barbara: grazie per la visita
    @Flavia: grazie è un piacere anche per me
    @Alessandra: non sono di Trenton, ma vicino a Flemington, Hunderdon county. Mi fa piacere conoscerti

    RispondiElimina
  6. Meravigliosa questa polenta! Complimenti! :)

    RispondiElimina